le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLekas, Malan: tappo di champagne sta per saltare anche per Renzi?

"Dagli ultimi documenti di Wikileaks si hanno ulteriori prove che Silvio Berlusconi fu estromesso dal governo italiano per una grave ingerenza nazionale che si faceva forte del nostro debito, in particolare per bocca di Sarkozy", da Forza Italia un comunicato di Lucio Malan.

"Dagli ultimi documenti di WikiLeaks si hanno ulteriori prove che Silvio Berlusconi fu estromesso dal governo italiano per una grave ingerenza nazionale che si faceva forte del nostro debito, in particolare per bocca di Nicolas Sarkozy. Il nostro debito di allora era 1.906 miliardi e certi leader europei si mostravano attivissimi, ma con Mario Monti si arrivò a 2.041 a fronte di un PIL calato del 3% e nessuno si preoccupava. Perchè?" so domanda Lucio Malan in una nota.
"Oggi il PIL è calato di un altro punto e il debito è a 2.169: Matteo Renzi dovrebbe preoccuparsi, perchè la metafora del tappo dello champagne potrebbe di nuovo risuonare e forse già lo sta facendo. - osserva quindi il senatore di Forza Italia - Dall'intercettazione con Benjamin Netanyahu sappiamo invece che Berlusconi lavorava per la pace in Medio Oriente, e questo rende più lampante l'attuale mancanza di politica estera dove gli infruttuosi incontri internazionali del premier sono sempre concepiti come podio per le sbruffonate contro gli avversari politici italiani, magari interni al PD".
"Infine, c'è la questione della grave ingerenza della NSA con queste intercettazioni. - conclude il parlamentare - Indipendentemente da quale esecutivo ne è stato vittima, toccherebbe all'attuale governo rivendicare la sovranità nazionale. Ma il governo Renzi è troppo impegnato a soffocare la voce del Parlamento e del Paese".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: