le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks: Forza italia chiede incontro a Minniti e Renzi in Aula

"Dopo le gravissime notizie in merito alle intercettazioni della NSA americana, chiediamo un incontro urgente al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega ai servizi segreti, Marco Minniti. Sul caso cosiddetto WikiLeaks chiediamo inoltre che il governo venga al più presto a riferire in Parlamento", così in una nota Paolo Romani e Renato Brunetta, di Forza Italia.

"Dopo le gravissime notizie pubblicate questa mattina da 'la Repubblica', in merito alle intercettazioni della NSA americana, chiediamo un incontro urgente al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega ai servizi segreti, Marco Minniti" spiegano in una dichiarazione congiunta i capigruppo di Forza Italia di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani.
"Sul caso cosiddetto WikiLeaks chiediamo inoltre che il governo, auspicabilmente nella persona del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, venga al più presto a riferire in Parlamento. - precisano - Questo incontro è ancor più necessario considerando che da oltre due anni Forza Italia non è rappresentata nel Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica che ha un ruolo fondamentale e che ci vede vergognosamente esclusi dalla conoscenza e dalla discussione di dossier essenziali per la sicurezza del Paese".
"Sul caso cosiddetto WikiLeaks chiediamo inoltre che il governo, auspicabilmente nella persona del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, venga al più presto a riferire in Parlamento in merito ad una vicenda inquietate e che mette in evidente pericolo le più elementari regole democratiche del nostro Paese. - aggiungono quindi gli esponenti forzisti - Adesso è indispensabile fare luce, essere trasparenti, ripristinare la verità storica sul recente passato e sul presente. Venga istituita una Commissione parlamentare di inchiesta sul 2011 e sulla crisi borsistica-bancaria del 2015-2016. La sua presidenza vada a un esponente dell'opposizione e si remi tutti dalla stessa parte per il bene dell'Italia e della nostra democrazia."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: