le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks, Bergamini (Forza Italia): perché né governo né pm ha indagato?

"Rammarico, ma non stupore. Nulla di nuovo, purtroppo. Ma un'ulteriore conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, che l'ultimo governo scelto dagli italiani è stato abbattuto senza rispettare le regole della democrazia", da FI una dichiarazione di Deborah Bergamini sui cablo di WikiLeaks.

"Rammarico, ma non stupore. Nulla di nuovo, purtroppo. Ma un'ulteriore conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, che l'ultimo governo scelto dagli italiani è stato abbattuto senza rispettare le regole della democrazia né della sovranità nazionale italiana" afferma Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia, commentando i cablo di WikiLeaks che svelano le intercettazioni della NSA ai danni di Silvio Berlusconi.
"Da anni denunciamo una vera e propria sospensione della sovranità popolare nel nostro paese, che ha avuto inizio proprio con la caduta del governo Berlusconi. - ricorda la parlamentare - Rimane il forte disappunto per comportamenti non compatibili con un corretto rapporto fra paesi amici ed alleati. Ma soprattutto rimane lo stupore e l'amarezza per il fatto che, come osserva l'Espresso, nessuno dei successivi governi italiani e nessuna Procura della Repubblica ha mai ritenuto di doversi occupare di queste vicende, come se tutto fosse normale nella storia italiana degli ultimi anni. Per la sinistra italiana anche la sovranità nazionale si può calpestare, se questo serve a colpire l'avversario politico."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: