le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby ter, pm chiede processo per Berlusconi. Bergamini: continua accanimento giudiziario

"Come previsto, finito l'Expo e il 'silenzio giudiziario' a esso legato accordato dalla magistratura, ricomincia la marcia chiodata della procura di Milano ai danni del presidente Silvio Berlusconi", così in una nota Deborah Bergamini da FI commentando la richiesta di rinvio a giudizio per l'ex premier nell'ambito del fascicolo "Ruby ter".

"Come previsto, finito l'Expo e il 'silenzio giudiziario' a esso legato accordato dalla magistratura, ricomincia la marcia chiodata della procura di Milano ai danni del presidente Silvio Berlusconi. La richiesta di un nuovo processo, poggiata per altro su elementi del tutto inconsistenti, mostra il consueto accanimento nei confronti del nemico di sempre, guarda caso proprio nel momento in cui il leader dei moderati italiani torna sulla scena pubblica in un momento così grave per l'Italia e l'Europa tutta. Evidentemente il richiamo all'unità delle migliori forze del Paese per fronteggiare il vero nemico, il terrorismo di matrice fondamentalista islamica, non è così importante per certa magistratura, più impegnata a convogliare tempo e risorse contro il presidente Silvio Berlusconi" commenta Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia.
La Procura di Milano ha infatti chiesto il rinvio a giudizio per Silvio Berlusconi, accusato di corruzione in atti giudiziari e altre 30 persone, tra cui Karima El Mahroug, nell'ambito del fascicolo "Ruby ter". La decisione spetta al Gup. La vicenda riguarda la presunta compravendita del silenzio o della reticenza delle olgettine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: