le notizie che fanno testo, dal 2010

Riforma Senato, Romani: governo non ha maggioranza. Vada al Quirinale

"Questo governo non ha la maggioranza. L' articolo 2, architrave del ddl Boschi, che introduce il meccanismo di nomina ed elezione dei senatori in modo confuso e pasticciato, è stato approvato con 160 voti e con il contributo determinante di 9 voti dei verdiniani", sottolinea in una nota Paolo Romani, esponente forzista.

"Questo governo non ha la maggioranza" denuncia in una nota di Paolo Romani, rappresentante azzurro.
"L' articolo 2, architrave del ddl Boschi, che introduce il meccanismo di nomina ed elezione dei senatori in modo confuso e pasticciato, è stato approvato con 160 voti e con il contributo determinante di 9 voti dei verdiniani" sottolinea ancora il senatore di Forza Italia.
"Su un passaggio fondamentale del percorso di riforma costituzionale la maggioranza può contare soltanto su 151 voti espressione della maggioranza di governo. Un risultato che nel passato ha obbligato il governo in carica a recarsi al Quirinale. Oggi invece si va avanti come se nulla fosse accaduto. Se la memoria non mi inganna, il governo Berlusconi nel 2011 fu costretto a dimettersi perchè alla Camera sul rendiconto generale dello Stato venne sostenuto da 308 deputati. Evidentemente, quello che valeva per il centrodestra allora, non vale oggi per il centrosinistra" evidenzia infine Romani.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: