le notizie che fanno testo, dal 2010

Riforma Rai, Gibiino (Forza Italia): inaccettabile Ad scelto dal governo

"Imparzialità e pluralismo, in sintesi democrazia. Questi i principi basilari ai quali dovrebbe ispirarsi la riforma della Rai. Matteo Renzi punta invece a creare una televisione di governo e del PD", da FI una dichiarazione di Vincenzo Gibiino.

"Imparzialità e pluralismo - riflette Vincenzo Gibiino in una nota -, in sintesi democrazia. Questi i principi basilari ai quali dovrebbe ispirarsi la riforma della radiotelevisione di Stato. Matteo Renzi punta invece a creare una televisione di governo e del Pd, da telecomandare a suo uso e consumo direttamente da Palazzo Chigi. Forza Italia, con un proprio emendamento, del quale sono cofirmatario, ha parzialmente arginato la deriva autoritaria del premier, facendo sì che il presidente della Rai, espresso dal Cda dell' Azienda, assuma efficacia solo con il voto favorevole della Commissione parlamentare di vigilanza. Un presidente di garanzia dunque, che possa controllare per conto degli italiani l' operato e le scelte dei vertici Rai. Inaccettabile invece che la figura dell' amministratore delegato debba essere scelta al di fuori dell' azienda, strada che consentirà al presidente del Consiglio di turno di individuare una persona di proprio gradimento . Una riforma tanto sbandierata che è soprattutto un' occasione mancata. L' auspicio degli italiani è che la Tv di Stato svolga appieno il proprio ruolo di servizio pubblico, impegnando nel modo piu' corretto gli introiti del canone e della pubblicità."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: