le notizie che fanno testo, dal 2010

Matteo Renzi il "bomba" le spara grosse nel discorso per voto di fiducia?

Dopo il discorso "poco programmatico" di Matteo Renzi c'è chi si domanda se il premier "dimostrerà di essere il leader che afferma di voler cambiare il Paese oppure resterà il 'bomba', come lo chiamavano i suoi compagni di classe, per quanto le sperava grosse". Da Forza Italia molte le critiche, con Capezzone che evidenzia come Renzi abbia "smarrito il foglio Excel" (quello con le cifre).

"L'aspetto che stupisce di più in questa crisi di governo è che il cambiamento deciso dal PD, con una sfiducia a Letta consumata nel peggiore dei modi, non ha coinvolto in alcun modo i contenuti. Vedremo cosa saprà fare Matteo Renzi: o dimostrerà di essere il leader che afferma di voler cambiare il Paese oppure resterà il 'bomba', come lo chiamavano i suoi compagni di classe, per quanto le sperava grosse" sottolinea il deputato di Forza Italia Luca Squeri, commentando il discorso di Matteo Renzi al Senato che precede il voto di fiducia, ma che di programmatico ha ben poco. Il Presidente della Commissione Finanze della Camera di Forza Italia, Daniele Capezzone, infatti aggiunge che Matteo Renzi "è come se avesse smarrito il foglio Excel (quello con le cifre, ndr) di cui si era parlato molto nelle scorse settimane". Capezzone evidenzia: "Il discorso programmatico del Presidente del Consiglio Renzi mostra alcuni obiettivi desiderabili, ma una preoccupante vaghezza, specie a proposito dell'effettiva entità degli interventi su spesa e tasse. Ben più duro il senatore forzista Altero Matteoli che chiarisce: "Un minestrone male assortito. Un intervento, quello di Matteo Renzi, tutto giocato sulla demagogia, l'ilare e il banale, in perfetto stile con il personaggio. Renzi è riuscito a non essere chiaro neppure sulla legge elettorale che non si comprende se si fa o meno o se prima si deve aspettare la riforma del Senato. Nulla sui problemi del Meridione. Per il resto titoli, titoli e titoli". E parole, parole, parole.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: