le notizie che fanno testo, dal 2010

Marin (Forza Italia): né bestie né vermi, il paese chiede concretezza

"Se il segretario del PD si dimentica di essere anche Presidente del Consiglio, e quindi dovrebbe avere senso dello Stato e rispetto per tutte le posizioni politiche, e si mette a parlare di 'bestie', non c'e' da stupirsi se qualcun altro gli risponde dandogli del 'verme' ", da Forza Italia la posizione di Marco Marin.

"Se il segretario del PD si dimentica di essere anche Presidente del Consiglio, e quindi dovrebbe avere senso dello Stato e rispetto per tutte le posizioni politiche, e si mette a parlare di 'bestie', non c'e' da stupirsi se qualcun altro gli risponde dandogli del 'verme'. - sottolinea in una nota il senatore di Forza Italia Marco Marin - Ma io ritengo che in questo botta e risposta non ci sia alcuna rappresentanza di quei moderati, liberali e riformatori che vogliono si risolvano i problemi concreti, al di là delle polemiche e delle appartenenze politiche, e che noi vogliamo riportare alla guida del Paese". "Prima ancora di pensare a vincere la prossima competizione elettorale, - prosegue l'esponente azzurro - nella quale si affermerà il migliore, la nostra preoccupazione è quella di riportare al voto quella metà degli Italiani che ormai non si presenta più alle urne. E un dibattito fatto di offese non è certo la strada per raggiungere questo obiettivo". Marin conclude: "Continuiamo piuttosto a credere che ci si debba confrontare su proposte e idee concrete, a cominciare da temi fondamentali come l'economia e il fisco, il lavoro e le riforme, la sicurezza e l' immigrazione. - aggiungendo - Guideremo il centrodestra e torneremo a guidare l' Italia solo se daremo forza alla nostra concretezza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: