le notizie che fanno testo, dal 2010

Mandelli (Forza Italia): emendamenti irricevibili? Riforma Senato non ha scadenze come yogurt

"È quantomeno inusuale porre una scadenza sulle riforme come se si trattasse di uno yogurt, magari procedendo con canguri e tagliole varie", così in una nota Andrea Mandelli, esponente di Forza Italia, dopo che Pietro Grasso ha dichiarato irricevibili i 72 milioni di emendamenti presentati dalle opposizioni.

"La modifica della Carta Costituzionale avrebbe richiesto ben altro atteggiamento da parte del governo e del PD. Invece abbiamo assistito ad una lunga serie di litigi e forzature, divisioni e riconciliazioni a metà, sempre tutti interni alla sinistra. Oggi è lo stesso Pier Luigi Bersani a parlare di soluzioni bizantine e contorte, a riprova che ciò che interessa a Matteo Renzi non è il buon funzionamento delle istituzioni nè quello del Paese. Al premier interessa solo che funzioni la sua leadership nel PD e per assicurarsi che sia così è pronto a mettere da parte tutte le belle parole sul riformismo e affidarsi ad un accordicchio interno al suo partito. È quantomeno inusuale porre una scadenza sulle riforme come se si trattasse di uno yogurt, magari procedendo con canguri e tagliole varie. Mi chiedo cosa sarebbe accaduto se il centrodestra avesse fatto non dico la metà, ma solo un quarto di tutto ciò che ha fatto Renzi. Non è questo il concetto di democrazia che abbiano noi e ne trarremo le conseguenze" riflette il politico di Forza Italia Andrea Mandelli in una nota, dopo che Pietro Grasso ha dichiarato irricevibili i 72 milioni di emendamenti presentati dalle opposizioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: