le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia, Gasparri: assurdo accogliere clandestini, è ricatto verso l'Italia

Maurizio Gasparri, senatore di Forza Itali, commentando la crisi in Libia accentuata dall'avanzata dello Stato Islamico afferma che "E' assurdo accogliere ogni giorno migliaia di clandestini che sono usati da chi oggi ha il potere sostanziale in Libia come strumento di pressione e di ricatto nei confronti dell'Italia".

"Dopo il weekend guerrafondaio dei ministri Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti, con numeri e proposte di schieramento di militari, è arrivata la frenata di Matteo Renzi. Sulla Libia, poche idee e confuse, mentre l'Egitto agisce con determinazione" evidenzia il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, precidando: "E' ovvio che bisogna concordare sul piano internazionale eventuali interventi. Ma vogliamo svegliare l'ONU che, come al solito, dorme di fronte alle crisi internazionali?". Forza Italia è molto critica su come il governo stia affrontando, soprattutto dal punto di vista della comunicazione, la crisi in Libia accentuata dall'avanzata dello Stato Islamico che avrebbe minacciato anche l'Italia avvertendo che ci avrebbe "invaso" con centinaia di migliaia di migranti. Anche su questo punto interviene Gasparri che in una nota spiega: "E' assurdo accogliere ogni giorno migliaia di clandestini che sono usati da chi oggi ha il potere sostanziale in Libia come strumento di pressione e di ricatto nei confronti dell'Italia. - aggiungendo - Non possiamo, almeno su questo versante, continuare ad agire con le stesse logiche sbagliate del passato. Siamo di fronte a un fenomeno molto diverso. Alla minaccia armata nei confronti della nostra Guardia Costiera". Il senatore azzurro quindi conclude: "Dobbiamo bloccare ora e subito questo flusso scomposto di clandestini. Cominciamo da qui. Ma cominciamo oggi senza rinviare un'inversione di rotta che è indispensabile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: