le notizie che fanno testo, dal 2010

Ius soli sportivo, Romani: non si acquista cittadinanza ma favorisce integrazione

"Il provvedimento approvato in Senato non ha nulla a che vedere con l'acquisto della cittadinanza. Né consentirà ai giovani immigrati che praticano sport di far parte eventualmente delle nazionali azzurre", da FI una dichiarazione di Paolo Romani sullo ius soli sportivo.

"Il provvedimento approvato in Senato non ha nulla a che vedere con l'acquisto della cittadinanza. Né consentirà ai giovani immigrati che praticano sport di far parte eventualmente delle nazionali azzurre. Caricare di significati impropri la legge a cui Forza Italia ha concorso con il voto favorevole è quindi fuorviante. Le finalità di questa legge sono solo esclusivamente quelle di favorire l'integrazione sociale e culturale degli immigrati, consentendo ai ragazzi che si allenano nelle società sportive di partecipare ad avvenimenti agonistici" osserva in una nota l'esponente azzurro Paolo Romani, commentando l'appovazione del cosiddetto ius soli sportivo, che rimuove gli ostacoli per il tesseramento a società sportive per i ragazzi stranieri.
"E' stato questo, peraltro, l'invito che il mondo dello sport ha fatto al Parlamento e che Forza Italia ha convintamente accolto. - prosegue Romani - Non sarebbe necessario, ma dopo averlo ribadito in sede di dichiarazione di voto al Senato, confermiamo di essere invece nettamente contrari allo ius soli che concederebbe la nazionalità italiana a chi è semplicemente nato sul nostro territorio indipendentemente dalla cittadinanza dei genitori."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: