le notizie che fanno testo, dal 2010

Forza Italia: oltre Renzi, sia Parlamento a sfiduciare Letta. Napolitano intervenga

"Matteo Renzi, segretario del PD, apre la crisi di governo" sottolineano da Forza Italia. Renato Brunetta e Paolo Romani chiedono quindi l'intervento di Giorgio Napolitano affinché questa non sia una "crisi extraparlamentare". Forza Italia chiede infatti ad Enrico Letta di presentarsi davanti alle Camere "per un doveroso chiarimento davanti alla sua maggioranza, davanti all'opposizione e davanti al Paese".

"Matteo Renzi, segretario del PD, il partito di maggioranza relativa, apre la crisi di governo. Enrico Letta, presidente del Consiglio, espressione del PD, partito di maggioranza relativa, si presenti in Parlamento per un doveroso chiarimento davanti alla sua maggioranza, davanti all'opposizione e davanti al Paese" chiede Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, precisando: "No ad una crisi extraparlamentare. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, non lo può e non lo deve consentire. Il Capo dello Stato garantisca che la crisi abbia come sede il Parlamento e non solo un partito, il Partito Democratico". Anche il capogruppo di Forza Italia al Senato Paolo Romani, dopo il discorso di Matteo Renzi alla direzione del PD che annuncia di voler un "cambiamento radicale al governo" (sostituendo Enrico Letta a Palazzo Chigi), chiede quindi "al Presidente Napolitano di prendere atto che il segretario del partito maggiormente rappresentato in Parlamento ha confermato l'intenzione di non sostenere più l'attuale compagine governativa e di invitare l'attuale Presidente del Consiglio a presentarsi alle Camere". Romani infatti sostiene che "non può essere sufficiente la riunione della direzione di un partito per interrompere la vita di un governo della Repubblica e decretarne la fine. - ricordando - E' buona regola istituzionale che sia il Parlamento a dare o ritirare la fiducia a un governo. Inammissibile immaginare che questa vicenda si concluda tout court con le dimissioni di Letta e l'inizio delle consultazioni con il Presidente della Repubblica per la formazione del nuovo governo, senza passaggio parlamentare".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: