le notizie che fanno testo, dal 2010

Forza Italia: meriti insufficienti dei senatori a vita. Lega contro convalida

I senatori di Forza Italia pongono in Giunta per le elezioni la questione sulla sussistenza dei requisiti previsti per la convalida dei senatori a vita perché "non sono emersi elementi sufficienti ad identificare" i meriti di Renzo Piano, Carlo Rubbia, Claudio Abbado e Elena Cattaneo. La Lega Nord annuncia che "voterà contro la convalida dei quattro senatori a vita".

Elisabetta Casellati e Lucio Malan, senatori di Forza Italia, pongono in Giunta delle elezioni la questione sulla sussistenza dei requisiti previsti per la convalida dei senatori a vita. I senatori di Forza Italia chiedono quindi un rinvio per l'acquisizione della documentazione necessaria, poiché non considerando ''sufficienti'' i meriti di Renzo Piano, Carlo Rubbia, Claudio Abbado e Elena Cattaneo. "Pur rispettando il Capo dello Stato e i quattro nominati, dalle carte trasmesse alla Giunta non sono emersi elementi sufficienti ad identificare gli 'altissimi' meriti scientifici della prof. Cattaneo né gli 'altissimi meriti sociali' attribuiti a tutti e quattro" spiegano Casellati e Malan. Per Maurizio Gasparri, inoltre, "resta poi la intollerabile condotta di Renzo Piano che, a differenza degli altri senatori a vita, è venuto in Aula solo per il voto sulla decadenza di Berlusconi, con una condotta che non esito a definire spregevole. Né prima, né dopo si è più visto". La Lega Nord condivide la posizione di Forza Italia, con Erika Stefani che anticipa: "Voteremo contro la convalida dei quattro senatori a vita nominati da Napolitano. - spiegando - A parte i rilievi sui meriti di queste persone, riteniamo che i parlamentari debbano lavorare, cosa che evidentemente questi signori non hanno mai fatto, visto che si degnano di essere presenti in Senato solo in particolari situazioni, molto politiche, e per fare da stampella al governo". Contro la scelta di Forza Italia, invece, è il PD che attraverso Luigi Zanda afferma: "La questione avanzata nella giunta delle elezioni dai senatori Malan e Casellati sulla sussistenza dei requisiti per la convalida dei senatori a vita è ridicola". Benedetto Della Vedova di Scelta Civica fa invece notare che "alla Giunta compete solo il vaglio formale sui requisiti, come per tutti gli altri senatori e non ha alcun titolo per entrare nel merito dei profili delle singole personalità".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: