le notizie che fanno testo, dal 2010

Forza Italia, Malan: Grasso vuole prendere il posto di Giorgio Napolitano

Lucio Malan, senatore di Forza Italia, sostiene che la scelta di Pietro Grasso di costituire il Senato parte civile nel processo per la presunta compravendita di senatori avrebbe "il palese scopo di sabotare l'accordo Renzi-Berlusconi sulla legge elettorale e su altre riforme" ma anche "provocare le dimissioni di Giorgio Napolitano e succedergli al Quirinale".

Pietro Grasso difende la sua scelta di costituire il Senato parte civile nel processo per la presunta compravendita di senatori nei confronti di Silvio Berlusconi, chiarendo da Palazzo Madama: "Ho deciso da solo, sono e sarò superpartes". Le reazioni a tale decisione da parte di alcuni esponenti di Forza Italia sono state accese. Il senatore Lucio Malan afferma in una nota infatti che la "gravissima scelta" adottata da Piero Grasso "assume un ulteriore marchio di parzialità politica e malafede dato che le carte sono giunte al Senato ben 3 mesi fa, il 5 novembre 2013. - aggiungendo - Evidentemente la sua moralità si è risvegliata solo dopo 3 mesi, durante i quali, a quanto pare, abbiamo avuto un Presidente del Senato immorale. In realtà, ha fatto una mossa cinicamente politica, proprio l'opposto della moralità e della imparzialità. Berlusconi e Forza Italia erano ancora parte della maggioranza e dunque non era conveniente tirar fuori le carte e non era conveniente fare scelte 'morali'. Ora invece, questo nuovo attacco alle regole e calpestando l'organo più rappresentativo del Senato, il Consiglio di Presidenza, ha il palese scopo di sabotare l'accordo Renzi-Berlusconi sulla legge elettorale e su altre riforme. Per l'appunto, una cinica mossa politica fatta nella speranza di far naufragare le riforme, provocare le dimissioni di Giorgio Napolitano e succedergli al Quirinale con una maggioranza forcaiola insieme al MoVimento 5 Stelle".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: