le notizie che fanno testo, dal 2010

Forza Italia, Biancofiore: se Renzi non ha i numeri per riforme pensi a grosse koalition

Michaela Biancofiore, deputata di Forza Italia, invita alla "nascita di un vero governo di larghe intese, di una seria 'grosse koalition' tra PD renziano e Forza Italia", assicurando che non dovrà trattarsi di un 'do ut des' perché "sarebbe sbagliatissimo mercanteggiare sullo scambio tra premio di coalizione e Senato elettivo".

"Ancora una volta il presidente Berlusconi mostra di non aver affatto perso l'intuito politico e l'amore per il Paese - dichiara il rappresentante azzurro Michaela Biancofiore -, quando prospetta al premier Renzi la possibilità di varare tutte le riforme possibili attraverso la nascita di un vero governo di larghe intese, di una seria 'grosse koalition' tra PD renziano e Forza Italia, sulla scia del fulgido esempio della Germania. Non certo come fu quello della imbarazzante parentesi masochistica di Letta."
"Non si tratta di 'do ut des', sarebbe sbagliatissimo mercanteggiare sullo scambio tra premio di coalizione e Senato elettivo. Serve uno scatto di nobiltà e assunzione di responsabilità seguendo il comune senso di giustizia dei cittadini. Se infatti la politica tutta, guardasse sinceramente all'interesse dell'Italia e degli italiani, dovrebbe lavorare a un governo forte, rampante, bramoso di cambiamento che non indossi la maglietta di nessun club privato ma esclusivamente quella della nazionale, nella quale il ruolo di Ct e di capitano sono già delineati dalla storia e dai meriti conseguiti sul campo" prosegue la deputata di Forza Italia.
"Le urne - conclude la Biancofiore -, l'ultima volta che siamo stati chiamati come italiani a frequentarle, non hanno decretato la vittoria di nessuno, come il premier Renzi non manca di ricordare ai suoi predecessori alla guida del PD, e in queste condizioni l'Italia non può permettersi nuove elezioni che da sondaggi riconsegnerebbero lo stesso risultato, ma un governo riformistico-rivoluzionario, nazional-popolare, che restituisca credibilità, dignità, sviluppo e democrazia prima alla politica nel suo insieme e di conseguenza all'Italia e agli italiani."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: