le notizie che fanno testo, dal 2010

Brunetta: Forza Italia esce da governo. Napolitano valuti tenuta larghe intese

A poche ore dal voto sulla legge di stabilità, e ad un giorno da quello sulla decadenza di Silvio Berlusconi, Renato Brunetta annuncia che Forza Italia va all'opposizione e lascia il governo, invitando Giorgio Napolitano a valutare la tenuta delle larghe intese.

"Ci troviamo nella condizione di non poter non solo non dare la fiducia ma anche di non poter rimanere più in questa maggioranza" annuncia Renato Brunetta, capogruppo alla Camera di Forza Italia, a poche ore dal voto sulla legge di stabilità e un giorno prima da quello sulla decandenza di Silvio Berlusconi. Brunetta è chiaro: "Oggi sulla politica economica si è consumato un totale fallimento. - aggiungendo - Ci dispiace, ma questo rapporto non può continuare. E questa nostra decisione di non collaborare sulla legge di stabilità non può non avere effetti sulla tenuta delle larghe intese". Brunetta spiega quindi che "ora starà alla lungimiranza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano valutare il da farsi dopo che Forza Italia ha ritirato la sua partecipazione ed è passata all'opposizone. Questo non può non avere implicazioni, al di là dei numeri, non può non avere conseguenze sul quadro di governo e sul quadro istituzionale". Fa eco a Brunetta anche il senatore di Forza Italia Paolo Romani, che precisa: "Siamo arrivati alla determinazione che non ci sono più le condizioni per proseguire nella collaborazione con questo governo. Della decisione è già stato informato il capo dello Stato. Il maxi emendamento presentato dal governo è totalmente irricevibile. Da una forza come la nostra arriverà sempre una opposizione responsabile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: