le notizie che fanno testo, dal 2010

Attentato Parigi, Romani: intervento militare sotto l'egida dell'ONU

"E' ora che le comunità e i governi occidentali si mettano insieme sotto l'egida dell'ONU per un percorso comune anche militare", dichiara in una nota Paolo Romani, politico di Forza Italia, dopo gli attentati a Parigi del 13 novembre.

"Abbiamo ricevuto rassicurazioni sul livello di allerta e sicurezza del nostro paese: è un momento difficile e le forze politiche devono mostrare responsabilità e unità. Non ci sono particolari motivi di preoccupazione per il nostro paese, ma è ovvio che ci sia un innalzamento del livello di allerta per prevenire. Ci sono diversi scenari: la Libia, la Siria, l'Iraq. Va contenuta l'organizzazione terroristica dell'ISIS con una coalizione internazionale, compresa la Russia e tutti i paesi occidentali. Non possono esserci iniziative scoordinate perché spesso in passato questo è avvenuto e non ha portato bene. E' ora che le comunità e i governi occidentali si mettano insieme sotto l'egida dell'ONU per un percorso comune anche militare" dichiara in una nota Paolo Romani, senatore di Forza Italia, dopo gli attentati a Parigi del 13 novembre.
"Uno dei terroristi sembra essere sbarcato a Lesbo il 3 ottobre, quindi pare che questa strage non sia solo figlia di un codice di autodisciplina parigino ma sia legata ad organizzazioni terroristiche internazionali. - prosegue l'esponente azzurro - La vigilanza e l'intervento nei paesi dove questo terrore ha inizio è una delle opzioni che il governo deve valutare. Bisogna capire poi, al di là della richiesta di asilo che viene da famiglie siriane, se attraverso tali richieste o attraverso passaporti falsi ci possa essere la possibilit à che si infiltrino in Europa elementi terroristici. Serve quindi maggiore controllo su questo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: