le notizie che fanno testo, dal 2010

F1, Minardi: giovani debuttanti durante prime prove libere del venerdì

In Italia comincia ad essere sempre più evidente la problematica del mancato ricambio generazionale. Ad accorgersene anche Gian Carlo Minardi, patron dell'omonimo team faentino di Formula 1, che propone di aiutare i giovani a misurarsi con i "senatori".

Mentre la politica si sta cominciando a misurare, o almeno sembra, con quei dati che denunciano il preoccupante mancato ricambio generazionale, che si scontra con una disoccupazione giovanile che ha ragginto ormai livelli record, anche lo sport sembra voglia fare la sua parte. Gian Carlo Minardi, patron dell'omonimo team faentino di Formula 1, propone un progetto interessante, proprio perché "oggi l'età media" dei piloti "si sta alzando perché non c'è ricambio". "Una scuderia che si trova tra le mani un talento pensa due volte prima di rinnovare il contratto ad un pilota in età avanzata - spiega Gian Carlo Minardi - Il team ha paura ad investire su un giovane in quanto, non potendo effettuare test, si trova davanti a numerose incognite. A quel punto l'ago della bilancia pende verso l'esperienza". Minardi sottolinea invece che bisogna dare ai giovani "la possibilità di misurarsi e di creare una sana competitività con i 'senatori' ", proponendo di utilizzare un debuttante per ogni team di Formula Uno durante le prime prove libere del venerdì. "Diversamente tutto il lavoro che viene fatto a partire dai kart diventa assolutamente inutile - continua Minardi - Oggi alcuni team lo fanno solo per necessità. Imponendolo come regola fissa potremmo avere in pista contemporaneamente 12 debuttanti, cioè uno per team".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: