le notizie che fanno testo, dal 2010

Pievebovigliana: sequestrata area di 5 ettari utilizzata per abbancare rifiuti

"Il Corpo Forestale dello Stato ha eseguito, su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata, un sequestro di un'area in comune di Pievebovigliana, della superficie di circa 5 ettari", rivelano dal CFS.

"Il Corpo Forestale dello Stato ha eseguito, su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata, un sequestro di un'area in comune di Pievebovigliana, della superficie di circa 5 ettari. Il provvedimento di sequestro è scaturito a seguito di accurate indagini, che hanno evidenziato che la predetta zona, sottoposta a tutela paesaggistica, veniva utilizzata per abbancare, in modo definitivo, dei materiali di risulta di attività di scavo, in assenza della necessaria autorizzazione."
"Infatti, il terreno ivi riportato e rimodellato in enormi quantità, proveniva dai lavori di escavazione di alcune gallerie, in fase di completamento nell'ambito dell'opera pubblica denominata 'Asse Viario Marche - Umbria e Quadrilatero di penetrazione'. Il reato contestato è quello previsto dall'art. 181 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, con una pena fino a due anni di arresto e l'ammenda da 15493 a 51645 euro. Il Corpo Forestale dello Stato ha da tempo avviato dei mirati controlli anche sulla gestione della risorsa suolo, con particolare riferimento alla sua tutela dall'inquinamento, dai fenomeni di degrado e dall'illecito consumo" rende pubblico infine il CFS.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: