le notizie che fanno testo, dal 2010

Made in Italy, Forestale: al via controlli in agriturismi Provincia di Lucca

"Toscana e agriturismo sono un binomio noto e apprezzato in tutto il mondo, punto di forza e potente attrattiva per il turismo internazionale. Chiavi di questo successo sono il territorio con i suoi tesori artistici, il paesaggio meraviglioso, la cortesia e simpatia propria dei toscani e, non ultima, l'ottima cucina basata su ingredienti locali", si segnala in un comunicato dei Forestali.

"Toscana e agriturismo sono un binomio noto e apprezzato in tutto il mondo, punto di forza e potente attrattiva per il turismo internazionale. Chiavi di questo successo sono il territorio con i suoi tesori artistici, il paesaggio meraviglioso, la cortesia e simpatia propria dei toscani e, non ultima, l'ottima cucina basata su ingredienti locali" sottolinea in una nota il Corpo Forestale.
"Convinti che questa ricchezza vada tutelata e valorizzata il Corpo forestale - prosegue ancora il CFS -, in collaborazione con la Sicurezza Alimentare della Azienda USL 2 di Lucca, ha organizzato uno specifico programma di intervento che si realizzerà nel corso del 2015 nella provincia di Lucca."
"Nell'Italia dell'Expo e della valorizzazione del cibo anche come elemento di cultura e di attrazione risulta indispensabile prevenire frodi e comportamenti scorretti a danno sia della salute dei consumatori che dell'immagine del Paese. Verranno effettuati controlli negli agriturismi che effettuano attività di preparazione e somministrazione di alimenti per accertare che l'origine degli ingredienti utilizzati sia conforme alla normativa. Infatti la legge regionale n.30/2003 ed il relativo regolamento di esecuzione n. 46/R2004, che disciplina il settore dell'agriturismo, prevede, che siano utilizzate esclusivamente materie prime coltivate, raccolte e trasformate nel territorio regionale. Nel caso in cui sia avvenuto un processo di trasformazione (frangitura delle olive, molitura del grano ecc.) la materia prima utilizzata deve essere comunque esclusivamente toscana. Scopo di tale misura è la valorizzazione e la promozione dei prodotti locali, usati come attrattiva ulteriore per il cliente degli agriturismi al quale viene garantita la somministrazione di 'buon cibo toscano'" spiegano infatti le Giubbe Verdi.
"Il non rispetto di tale obbligo - si continua in ultimo nel comunicato dei Forestali -, spesso per mere questioni economiche, oltre alla violazione prevista dalla Legge, danneggia gravemente l'immagine del 'prodotto Toscana', e vanifica lo spirito della norma regionale che fa del comparto agroalimentare tipico e garantito un punto di forza dell'ospitalità di qualità."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: