le notizie che fanno testo, dal 2010

Blitz della Forestale nel Parco del Cilento, 2 denunciati per bracconaggio

"Continua l'attività di vigilanza, prevenzione e repressione del bracconaggio condotta dagli uomini della Forestale nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni", viene messo al corrente in una nota del CFS.

"Continua l'attività di vigilanza, prevenzione e repressione del bracconaggio condotta dagli uomini della Forestale nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni. Durante la stagione venatoria in corso, sono stati predisposti da parte del C.T.A. di Vallo della Lucania, una serie di controlli atti a prevenire e reprimere fenomeni di bracconaggio nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni" illustrano i Forestali.
"Nel corso di un pattugliamento da parte dei forestali del Comando Stazione di Casaletto Spartano nella località 'Monte Forcella - Serra Forcella' nel territorio del Comune di Casaletto Spartano venivano avvistati due individui armati di fucile e cani muniti di 'bip' mentre espletavano attività venatoria all'avifauna" prosegue il CFS.
"A seguito di appostamento ed osservazione appostamento i due cacciatori venivano raggiunti - fanno notare in ultimo le Giubbe Verdi -, identificati e quindi deferiti all'autorità giudiziaria con la contestazione di caccia in area protetta ed introduzione di armi nella medesima. Le operazioni condotte evidenziano l'attenzione che il personale forestale riserva al fenomeno del bracconaggio nell'area del Parco e quanto sia importante il contributo fornito dai cittadini che segnalano e denunciano le illegalità e grazie ai quali si realizza una vincente collaborazione tra cittadinanza ed istituzioni. Salgono a 94 le persone denunciate dal Corpo Forestale dello Stato per il reato di caccia abusiva dall'inizio dell'anno ad oggi."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: