le notizie che fanno testo, dal 2010

Ambiente, Forestale: estirpati illegalmente 3 ettari di bosco a Rocca di Neto

"Gli agenti del Corpo forestale dello Stato hanno individuato nella loc. Rosaneti del territorio di Rocca di Neto tre aree completamente private della preesistente vegetazione boschiva per mettere a dimora presumibilmente colture agricole", si rivela in un comunicato dal CFS.

"Gli agenti del Corpo forestale dello Stato, alcuni giorni fa, hanno individuato nella loc. Rosaneti del territorio di Rocca di Neto tre aree completamente private della preesistente vegetazione boschiva per mettere a dimora presumibilmente colture agricole" si mette al corrente in una nota dei Forestali.
"Il presunto responsabile dell'attività è stato segnalato alla Procura della Repubblica. Gli agenti sono intervenuti in seguito ad una segnalazione pervenuta al numero 1515 di emergenza ambientale del Corpo forestale dello Stato. Essi hanno localizzato tre aree completamente private della preesistente vegetazione boschiva - segnala il CFS -, su una superficie complessiva di poco più di 3 ettari. L'area si presentava profondamente dissodata. Tutti gli alberi e gli arbusti presenti sono stati tagliati e le relative ceppaie sono state estirpate, cambiando di fatto, la destinazione dell'area."
"Sono state integrate violazioni alla normativa edilizia realizzando strade di accesso - danno poi rilievo le Giubbe Verdi -, paesaggistica estirpando completamente aree boschive e alle norme regolamentari sui tagli boschivi (cosiddette PMPF prescrizioni di massima e polizia forestale)."
"I forestali intervenuti ipotizzano che gli interventi siano stati realizzati con l'obiettivo di ricavare aree coltivabili agronomicamente, a discapito del bosco. In tal modo sarebbe stato possibile accedere, presumibilmente, ai fondi stanziati dall'Unione Europea a sostegno dell'imprenditoria agricola. Per effetto della mancanza della copertura arborea l'area tagliata a raso rimarrà maggiormente esposta a fenomeni di dilavamento e ruscellamento con rischio di disordini idrogeologici. L'intervento dei forestali ha impedito il compimento del disegno criminoso. Il titolare dell'azienda proprietaria dei terreni è stato segnalato alla Procura della Repubblica. Il Comando provinciale Corpo forestale dello Stato invita i cittadini a segnalare senza indugio eventuali tagli ritenuti illegittimi al numero ad accesso gratuito 1515" viene spiegato in conclusione del comunicato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: