le notizie che fanno testo, dal 2010

Australian Open, Pennetta ko all'esordio, derby Schiavone-Oprandi

Esordio amaro per Flavia Pennetta agli Australian Open di Melbourne. La tennista brindisina è sconfitta al primo turno dalla qualificata russa Nina Bratchikova e dice addio al primo Slam della stagione. Vanno avanti senza problemi Francesca Schiavone, Romina Oprandi e Alberta Brandi, con le prime due che si affronteranno nel secondo turno.

Scatta il primo Slam della stagione e l'Italia femminile regala delusioni e sorrisi. A Melbourne, l'Australian Open 2012 vede avanzare al secondo turno tre italiane su quattro. La sconfitta all'esordio è toccata a Flavia Pennetta, che si è presentata contro la qualificata Nina Bratchikova non ancora in perfette condizioni. Mentre Oprandi, Schiavone e Brianti vincono senza problemi, la tennista brindisina ha dovuto "soccombere" di fronte alle forti braccia della russa, n. 136 del mondo, che ha vinto in tre set, 6-3 1-6 6-2, in un'ora e 29 minuti. Dopo un buon secondo set che aveva riportato il punteggio in equilibrio, Flavia inizia il terzo troppo rilassata e, dopo aver perso due giochi da 30-0, si lascia andare alla supremazia della Bratchikova. Molto meglio Francesca Schiavone che non solo non "cicca" la prima, ma vince con autorità contro la spagnola Laura Pous-Tio. Alla tennista milanese bastano infatti soli 63 minuti di gioco per "schiantare" l'avversaria sull'Hisense Arena, chiudendo la pratica in due set 6-1 6-3. La Schiavone affronterà così il primo derby tutto italiano con Romina Oprandi, vittoriosa ieri in due set sulla bulgara Anastsiya Yakimova, più forte sulla carta (n.63 WTA), ma meno sul campo. L'altro sorriso azzurro arriva da Alberta Brianti che in 101 minuti di gioco ha superato la statunitense Irina Falconi. La 31enne romagnola vince in due set (6-2 7-5) e potrà così avere la possibilità di vendicare la sconfitta della Pennetta, andando ad affrontare nel prossimo turno la russa Bratchikova.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: