le notizie che fanno testo, dal 2010

Minacce di morte a gip Firenze, e scrivono: Barillaro come Borsellino

Recapitata alla sede di Firenze dell'Adnkronos una lettera con minacce di morte rivolte al gip Michele Barillaro, da pochi giorni senza più la scorta. Evocato nella missiva anche l'assassinio a Paolo Borsellino.

E' stata spedita nella sede di Firenze dell'Adnkronos una lettera di minacce di morte rivolte al gip del Tribunale di Firenze, Michele Barillaro (45 anni), che dal 9 luglio scorso non ha più la scorta, nonostante nel recente passato sia stato oggetto di minacce dopo essersi occupato di alcuni processi agli anarco-insurrezionalisti.
"Compagni!!!" è l'incipit della missiva con minacce di morte, per proseguire: "Barillaro senza scorta. Senza più celerini che lo guardano come un bambino idiota: che regalo!! Grazie ai neri burocrati suoi degni compari che l'hanno giustiziato con le loro mani!! - e ancora - Gli scrivani del popolo diventano giustizieri della storia. I Compagni lo manderanno a far compagnia ad una l'altro fascita vent'anni dopo via d'Amelio".
Il riferimento, è evidente, è all'attentato che ha visto morire il giudice Paolo Borsellino. Barillaro, come ricorda l'Adnkronos, "ha redatto, tra le altre, la sentenza nel processo a Mariano Agate e ad altri 26 imputati nel cosiddetto processo Borsellino ter relativo alla strage di via d'Amelio e la sentenza 10-03 nel processo a Totò Riina e ad altri sei imputati relativo all'attentato dell'Addaura contro Giovanni Falcone".
La lettera non riporta nessuna sigla, ed è scritta al computer con caratteri rossi. Sul caso è già ala lavoro la Digos di Firenze.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: