le notizie che fanno testo, dal 2010

Metalmeccanici, Landini: "Noi diciamo no alla modernità"

Fiom festeggia il successo dello sciopero generale dei metalmeccanici che ha avuto una forte adesione ed ha saputo muovere non solo ciò che rimane della "classe operaia" ma anche studenti, precari e lavoratori che non accettano la "modernità", ovvero la brutale riduzione dei diritti.

Lo sciopero generale dei metalmeccanici voluto da Fiom Cgil è stato un successo, "riuscito con un'adesione media superiore al 70%" scrive la Fiom dai dati affluiti al centro nazionale dell'organizzazione. Se si voleva tastare il polso alla "classe operaia" di certo si è sentito un battito vigoroso che promette l'opposizione al concetto di "modernità" che coincide con la "globalizzazione". Dice a questo proposito Maurizio Landini, Segretario generale della Fiom-Cgil, in una Piazza del Duomo gremita alla chiusura della manifestazione milanese: "Noi diciamo no alla 'modernità' di chi vuole i lavoratori l'uno contro l'altro in nome della competizione. Sviluppo non è riduzione dei diritti, non è negazione della democrazia, ma innovazione, ricerca, intervento pubblico". Il Segretario della Fiom prosegue: "A chi, nel mondo politico e non solo, ci ha spiegato cosa avrebbe fatto se fosse stato un operaio di Pomigliano o di Mirafiori, diciamo: provate a immedesimarvi tutti i giorni con chi produce la ricchezza di questo paese e cominciate ad occuparvi seriamente di lavoro. In questa piazza non ci sono solo i metalmeccanici, ci sono lavoratori di altre categorie, ci sono i giovani, gli studenti che si stanno battendo perché anche il sapere, come il lavoro è un bene comune".
Per questo motivo Landini parla di "unificare le lotte" e dà appuntamento all'assemblea nazionale della Fiom che si terrà dal 3 al 4 febbraio dove "proporremo l'avvio di una campagna straordinaria di discussione nelle aziende per decidere con le lavoratrici e con i lavoratori come proseguire nella mobilitazione per il Contratto nazionale, i diritti e la democrazia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: