le notizie che fanno testo, dal 2010

Manifestazione migranti Milano: contro Bossi-Fini e per ius soli anche Fiom

Anche la Fiom aderisce alla manifestazione pro migranti organizzata a MIlano sabato 20 maggio.

"La segreteria nazionale della Fiom aderisce alla manifestazione 'Insieme senza muri' che si terrà a Milano, sabato 20 maggio. - viene scritto in un comunicato dal sindacato dei metalmeccanici - L'iniziativa è indetta da associazioni laiche e religiose con le quali condividiamo la necessità di una riforma del Testo Unico sull'immigrazione, della cancellazione della legge Bossi-Fini, di una legge sulla cittadinanza e di norme che garantiscano forme dignitose di accoglienza e di inclusione dei migranti e dei rifugiati."

La Fiom continua dunque: "Servirebbe una forma di regolarizzazione, anche temporanea, per le persone che si trovano nel paese, mettendole al riparo dal reato di clandestinità; l'illegalità nasce in realtà dalla nostra legislazione che impedisce, di fatto, un'immigrazione regolare. Siamo contrari anche alla legge Minniti-Orlando approvata recentemente dal Parlamento, perché riteniamo che questi provvedimenti siano un passo indietro pesante per la civiltà giuridica del nostro paese, che cancella ogni garanzia giurisdizionale - cosa impossibile per altre categorie - per i richiedenti asilo che ottengono un diniego dalle commissioni ministeriali."

"Oltre ad aver eliminato l'appello, infatti, la legge impedisce al ricorrente di far valere le proprie ragioni davanti al giudice ordinario, a meno che il giudice non decida, su richiesta dello straniero, di ascoltare le parti. Se si fosse davvero voluto intervenire per ridurre i tempi d'attesa dei richiedenti asilo, lo si sarebbe potuto fare migliorando il sistema di prima accoglienza o potenziando gli uffici giudiziari. La negazione del diritto al giusto processo non può essere la soluzione. La legge, inoltre, prevede l'implementazione dei centri di permanenza per il rimpatrio (ex Cie) e la parificazione a pubblico ufficiale dell'operatore sociale per alcune fattispecie procedurali. Chiediamo che vengano abrogati questi provvedimenti lesivi dei diritti riaffermando i valori della Costituzione italiana, basata su diritti di cittadinanza universali, contro ogni forma di discriminazione diretta e indiretta, per una maggiore coesione sociale" spiega in ultimo l'organizzazione sindacale.

© riproduzione riservata | online: | update: 19/05/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Manifestazione migranti Milano: contro Bossi-Fini e per ius soli anche Fiom
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI