le notizie che fanno testo, dal 2010

Fiom, Landini: rottura dei principi democratici

"Quella assunta oggi da Federmeccanica è una decisione gravissima e irresponsabile" comincia in questo modo il comunicato stampa diffuso dalla Fiom dove il segretario del sindacato Maurizio Landini commenta la decisione di Federmeccanica di voler comunicare il recesso del Contratto nazionale dei metalmeccanici.

"Quella assunta oggi da Federmeccanica è una decisione gravissima e irresponsabile, che lede i principi democratici del nostro Paese. Si decide, infatti, di cancellare il Contratto nazionale di lavoro, in accordo con sindacati minoritari e impedendo alle lavoratrici e i lavoratori di potersi esprimere sul loro contratto". Attraverso un comunicato stampa il Segretario generale della Fiom-Cgil, Maurizio Landini commenta la decisione che ha preso Federmeccanica di voler comunicare il recesso del contratto nazionale di categoria che sarebbe rimasto valido fino al 31 dicembre 2011, visto che fu firmato unitariamente nel 2008 da tutte le sigle sindacali.
Continua Landini sottolineando che "per la Fiom, l'unico contratto in vigore rimane, sotto ogni punto di vista, quello del 2008 firmato da tutti e votato dalle lavoratrici e i lavoratori" sottolineando che tale decisione di Federmeccanica equivale ad "una violazione delle regole e della rottura dei principi democratici alla base degli equilibri sociali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Fiom# lavoro# Maurizio Landini# Paese# sindacati# vista