le notizie che fanno testo, dal 2010

Filippine: rapito nella sua pizzeria da uomini armati ex missionario

Un ristoratore italiano, ex sacerdote missionario, è stato rapito oggi da sette uomini armati nel suo caffè-pizzeria a Dipolog City, nel sud delle Filippine, all'interno del compound Andres Bonifacio College. A confermare il sequestro il capo della polizia delle Filippine.

Un ristoratore italiano, ex sacerdote missionario, è stato rapito oggi da sette uomini armati nel suo caffè-pizzeria a Dipolog, nel sud delle Filippine, all'interno del compound Andres Bonifacio College. A confermare il sequestro il capo della polizia delle Filippine. Stando alle prime ricostruzioni Rolando Del Torchio (56 anni) sarebbe stato rapito da degli uomini che inizialmente si erano finti dei clienti. L'uomo è stato quindi forzato a salire su un minivan che era in attesa fuori dalla pizzeria. Il gruppo sarebbe stato visto in seguito salire su un motoscafo per lasciare la città via mare, in direzione dell'Isola di Manukan. Rolando Del Torchio è stato un missionario del Pontificio Istituto Missioni Estere, nato nella città di Angera (Varese), e ordinato sacerdote nel 1984. Come riporta il sito filippino rappler.com, Del Torchio nel 1988 fu trasferito a Sibuco, nella provincia di Zamboanga del Norte, a maggioranza musulmana, città nella quale è rimasto fino al 1996, anno in cui lascia il sacerdozio. Rolando Del Torchio si trasferisce quindi a Dipolog per lavorare con un'organizzazione non governativa che aiuta gli agricoltori filippini. Rolando Del Torchio "era scampato a un attentato una quindicina di anni fa, quando alcune persone avevano sparato contro di lui mentre si trovava insieme al vescovo locale" ricorda all'Ansa il cugino dell'uomo, Andrea Del Torchio, titolare di una gastronomia ad Angera.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: