le notizie che fanno testo, dal 2010

Fifa: Blatter si dimette, 4 dirigenti e 2 ex funzionari ricercati dall'Interpol

A sopresa il neo eletto per la quinta volta Sepp Blatter ha dato le proprie dimissioni. Indiscrezioni stampa rivelano infatti che Blatter sarebbe indagato nel Fifagate. Inoltre, l'Interpol ha aggiunto alla lista dei ricercati sei uomini legati alla Fifa. Le autorità svizzere hanno invece aperto un'inchiesta penale separata da quella della FBI americana, relativa all'assegnazione dei Mondiali 2018 e 2022, che si giocheranno in Russia e Qatar.

A sopresa ieri sera il neo eletto per la quinta volta Sepp Blatter ha dato le proprie dimissioni. Indiscrezioni stampa rivelano infatti che Blatter sarebbe indagato nel Fifagate, che ha già portato all'arresto diversi esponenti della Federazione internazionale di calcio. "Tengo alla Fifa più di qualsiasi cosa, sono stato rieletto ma non sento più l'appoggio del mondo del calcio - fa sapere Blatter -, quindi un nuovo presidente verrà eletto per succedermi". Blatter dovrebbe rimanere in carica fino a marzo 2016, quando verrà convocato un nuovo congresso della Fifa. Oggi invece l'Interpol ha aggiunto alla lista dei ricercati sei uomini legati alla Fifa, di cui 4 dirigenti e 2 ex funzionari, e tra le accuse figurano anche quelle di estorsione e corruzione. Intanto, il ministro dello Sport del Sudafrica Fikile Mbalula ha riferito che il governo ha "smentito categoricamente" che il paese ha pagato tangenti per vincere il diritto di ospitare i Mondiali del 2010. Sotto la lente della FBI ci sarebbero 10 milioni di dollari, ma il Sudafrica ha specificato che sono stati donati per aiutare lo sviluppo di calcio nella regione dei Caraibi. Stando alle indagini, questi 10 milioni di dollari sarebbero però stati girati ad un fondo controllato dall'ex vice presidente della Fifa Jack Warner, braccio destro di Blatter. Le autorità svizzere hanno invece aperto un'inchiesta penale separata da quella della FBI americana, relativa all'assegnazione dei Mondiali 2018 e 2022, che si giocheranno in Russia e Qatar. L'ufficio del procuratore generale svizzero ha precisato che Blatter non è sotto inchiesta poiché finora il procedimento è contro "ignoti" per il riciclaggio di denaro. Inizia intanto il toto nomi in vista della successione a Blatter. Il principe Ali Bin Al-Hussein, che ha perso di Blatter nelle elezioni di venerdì scorso, non esclude una sua ricandidatura, ma tra i maggiori papabili alla presidenza della Fifa rimane Michel Platini, attuale presidente della UEFA.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: