le notizie che fanno testo, dal 2010

Unite dal 1 giugno: sarà Fiat a comandare Chrysler, o viceversa?

Dal 1 giugno Fiat e Chrysler diventeranno un unico gruppo e ora la preoccupazione maggiore rimane quella che a lungo andare non sarà la Fiat a comandare la Chrysler ma viceversa. Su questo punto riponde il neo sindaco Piero Fassino, che non sembra avere invece dubbi.

Dal 1 giugno Fiat e Chrysler diventeranno un unico gruppo, anche se in passato l'Ad Sergio Marchionne non aveva mai cercato troppo di esternare questa eventualità. Verso metà novembre Marchionne spiegava di non aver mai detto che Fiat e Chrysler si sarebbero "fuse", ma che era solo "una delle possibilità" (http://is.gd/a1jut1). Stessa cosa il 25 maggio scorso, anche quando ormai si annunciava il fatto che Chrysler sarebbe stata consolidata nei conti Fiat "dal 1 giugno di quest'anno", quando Marchionne sottolineava che sulla fusione non aveva "una risposta immediata", precisando però che in effetti "tenere due organizzazioni separate per un costruttore unico non ha senso" (http://is.gd/WfNqm3). La preoccupazione maggiore quindi ora rimane quella che a lungo andare non sarà la Fiat a comandare la Chrysler ma viceversa. Su questo punto risponde, in una intervista a La Repubblica Torino (http://is.gd/8d3Kix) il neo sindaco Piero Fassino, che ammette come questo sia un "passaggio cruciale". Ma Fassino sembra essere chiaro e sicuro allo stesso tempo sulla questione: "Credo che non possa sfuggire che è la Fiat, e in senso più ampio Torino, a controllare la Chrysler, una delle tre più importanti case automobilistiche degli Stati Uniti, e non viceversa. Sarà il Lingotto - spiega - a guidare un processo di integrazione che considero una scelta necessaria per costruire un grande produttore, su scala mondiale, che possa stare sul mercato". Piero Fassino spiega infine di aver sentito già più volte Sergio Marchionne, annunciando che appena l'Ad di Fiat tornerà dagli Stati Uniti ci sarà un incontro "per discutere cosa fare per sostenere il gruppo Fiat-Chrysler nel mondo e soprattutto a Torino".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: