le notizie che fanno testo, dal 2010

Sanremo: no Giovinezza e Bella ciao ma Inno di Mameli

La Rai stabilisce che al Festival di Sanremo non potranno essere cantate né "Bella ciao" né "Giovinezza". "Pericoloso revisionismo storico", afferma la Finocchiaro e Morandi annuncia che l'Inno di Mameli potrebbe essere "il brano di apertura di tutte le serate".

Il Cda della Rai ha stabilito che sul palco del Festival di Sanremo non potranno essere cantate #né "Bella ciao" #né "Giovinezza".
"Non facciamo e non vogliamo fare politica", sostiene però Gianni Morandi, conduttore di quest'ultima edizione del Festival insieme a Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis e Luca e Paolo de "Le Iene".
Secondo Morandi la Rai si deve "anche un po' fidare di noi, lo vorremmo perché le nostre scelte terranno conto della sensibilità di tutti", promette il cantante.
Gianni Morandi spiega che tutti agiranno "con grandissima responsabilità" e che non c'è l'intenzione di far "arrabbiare nessuno" perché "la musica non può far arrabbiare nessuno".
La senatrice Anna Finocchiaro, presidente del gruppo PD, è comunque contenta che "dal palco di Sanremo non verrà eseguita la canzone Giovinezza" spiegando che "è grave aver solo pensato di mettere sullo stesso piano canzoni come Bella ciao e Giovinezza".
La Finocchiaro spiega che "il problema non è che si tratta di canzoni politiche, come qualcuno ha detto" ma del fatto che "la Repubblica è nata dalla Resistenza e Bella ciao è una canzone simbolo della lotta e della liberazione del popolo italiano contro l'invasione nazista" mentre "Giovinezza è una canzone che evoca il fascismo".
Secondo la Finocchiaro dietro questo "equiparare canzoni che equiparabili non sono" ci sarebbe "un revisionismo storico pericoloso".
Ai microfoni dell' "Alfonso Signorini Show" di Radio Monte Carlo Gianni Morandi intanto annuncia che l'Inno di Mameli potrebbe essere "anche il brano di apertura di tutte le serate della prossima edizione del Festival di Sanremo" e non solo la sigla della "serata del 17 febbraio dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: