le notizie che fanno testo, dal 2010

Sanremo, Vecchioni: canzone dedicata ai ragazzi. Punto sulla quantità

Roberto Vecchioni torna al Festival di Sanremo dopo 38 anni di assenza e rivela a "Gente" che la canzona è "dedicata ai ragazzi, alle loro speranze troppo spesso disilluse", a quelli che protestano. Ma poi afferma: "Punto sulla quantità e non più sulla qualità".

Roberto Vecchioni torna al Festival di Sanremo dopo 38 anni di assenza rivelando al settimanale "Gente", in edicola da lunedì, che a 67 anni è intenzionato ad "uscire dalla ristretta cerchia dei cantautori di nicchia".
"Punto sulla quantità e non più sulla qualità - ammette candidamente - E il festival è un'ottima vetrina", come si legge su un'anticipazione dell'intervista pubblicata dall'Adnkronos (http://tinyurl.com/5sfjnex). Una dichiarazione per molti quasi scioccante, visto che Vecchioni è lo stesso che nel 1998 ha curato la voce "Canzone d'autore" nell'enciclopedia Treccani. Senza dimenticare che il cantautore non ha mai abbandonato la professione di insegnate, prima nei licei e ora all'Università. Per esempio nel 1999 Roberto Vecchioni, sostenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione, ha anche organizzato un giro di conferenze nelle scuole sulla Storia letteraria della canzone italiana.
La stessa canzone che porterà a Sanremo, "Chiamami ancora amore", il cantautore spiega che è "dedicata ai ragazzi, alle loro speranze troppo spesso disilluse - aggiungendo - Sono contento che siano tornati a protestare, a farsi sentire". Ma dopo le dichiarazioni di Vecchioni qualche studente potrebbe chiedersi per quale motivo dovrebbe lottare, se persino un loro insegnate ammette di voler puntare "non più sulla qualità" ma sulla "quantità"?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: