le notizie che fanno testo, dal 2010

Sanremo: Luca e Paolo "Ti sputtanerò" ma politically correct

Al Festival di Sanremo Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu omaggiano "una coppia di comici grandissima", cioè Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi e intonano "Ti sputtanerò". Canzone shock? A ben vedere più politically correct.

A metà kermesse Gianni Morandi introduce sul palco dell'Ariston Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu che spiegano che, come annunciato, hanno intenzione durante il Festival di Sanremo di omaggiare "i grandi comici del nostro Paese, le coppie che hanno fatto la storia della comicità".
"Proprio stasera - spiega Paolo - vogliamo iniziare omaggiando una coppia di comici grandissima che ci ha sempre ispirato, una coppia che ha dato tantissimo alla comicità italiana". Sullo sfondo appaiono quindi le foto di Gianfranco Fini, Presidente della Camera, e Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio.
Per qualche istante la platea dell'Ariston si gela per poi accennare un timido applauso.
"Ti sputtanerò" intona Paolo sulle note di "Ti sorprenderò" di Gianni Morandi. C'è già chi si immagina una imminente telefonata di Mauro Masi, direttore generale della Rai, o addirittira del premier ma basta ascoltare le prime frasi per capire che è una canzona "politically correct" (anche perché sennò difficilmente sarebbe andata in onda in prima serata durante un programma in eurovisione).
La canzone (che si può ascoltare integralmente al link del sito della Rai http://tinyurl.com/6kf3tno) praticamente spiega che i due protagonisti dell'attuale scena politica si "sputtanerebbero" a vicenda (pratica conosciuta anche come "macchina del fango"). Chi con la storia della casa di Montecarlo chi con "certi filmini che darò alla Boccassini dove ci sei tu".
Interessante il passaggio dove si ipotizzano anche "sputtanamenti tarocchi", come nella strofa: "E le mostrerò donne sopra i cubi, e ci metto pure Ruby, che ti fotterò. E se Emilio Fede non si vede, ce lo aggiungo col Photoshop".
Ma è nell'ultima frase, che Luca e Paolo avranno aggiunto probabilmente solo ieri, che forse si può racchiudere il senso dell'intero discorso: "Ti sputtanerò. Non mi butti giù. Sì ma il 6 aprile in aula ci vai solo tu".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: