le notizie che fanno testo, dal 2010

Sanremo 2014, Fazio: canzoni scaricabili, adatte al pubblico dei consumatori

Comincia ad oliarsi la macchina del Festival di Sanremo 2014. Dopo la presentazione dei cantanti, big e nuove proposte, Fabio Fazio chiarisce che quest'anno le canzoni sono state scelte tenendo "in considerazione la loro potenzialità rispetto al mercato, cioè adatte al pubblico dei consumatori".

Da qualche giorno sono stati presentati, per questo Festival di Sanremo 2014, i cantanti big (ormai ribattezzati "campioni") e le nuove proposte. I cantanti big scelti per partecipare a Sanremo 2014, condotto ancora una volta dalla coppia Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, sono (con il titolo dei due brani in gara): Arisa con 'Lentamente' e 'Controvento'; Noemi con 'Bagnati dal sole' e 'Un uomo è un albero'; Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots con 'Liberi o no' e 'Tanto ci sei'; Perturbazione con 'L'Unica' e 'L'Italia vista dal bar'; Cristiano De Andrè con 'Invisibili' e 'Il cielo è vuoto'; Renzo Rubino con 'Ora' e 'Per sempre e poi basta'; Frankie hi-nrg mc con 'Pedala' e 'Un uomo è vivo'; Giuliano Palma con 'Così lontano' e 'Un bacio crudele'; Riccardo Sinigallia con 'Prima di andare via' e 'Una rigenerazione'; Antonella Ruggiero con 'Quando balliamo' e 'Da lontano'; Giusy Ferreri con 'L'amore possiede il bene' e 'Ti porto a cena con me'; Francesco Renga con 'A un isolato da te' e 'Vivendo adesso'; Francesco Sarcina con 'Nel tuo sorriso' e 'In questa città'; Ron con 'Un abbraccio unico' e 'Sing in the rain'.

Mentre il direttore musicale Mauro Pagani spiega come "dai testi dei brani emerge la volontà di aggrapparsi alla speranza anche in un momento difficile come questo", Fabio Fazio rivela in realtà molto più prosaicamente che le canzoni per questo Festival di Sanremo 2014 sono state scelte tenendo "in considerazione la loro potenzialità rispetto al mercato", chiarendo: "In questo senso abbiamo pensato a brani che fossero scaricabili, cioè adatti al pubblico dei consumatori".
Ciò che colpisce, aggiungono Fazio e Pagani, è che dalle canzoni emerge "un mood complessivo piuttosto sentimentale, come se in un momento così pesante per tutti, gli artisti puntino all'emozione piuttosto che alla denuncia". Forse perché con "renzusconi" al potere, la protesta e l'indignazione sembra essere ormai passata di moda, anche a Sanremo dove qualche hanno fa vinceva con il brano "Non è l'inferno" Emma Marrone (che a ben vedere era ugualmente adatto "al pubblico dei consumatori").

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: