le notizie che fanno testo, dal 2010

Pizzarotti replica: non invio documenti ad anonimo staff di Beppe Grillo

Sul blog di Beppe Grillo appare oggi un post dove si annuncia: "Federico Pizzarotti è sospeso dal MoVimento 5 Stelle" per la vicenda che vede il sindaco di Parma indagato. Su Facebook però Federico Pizzarotti replica pubblicando la email inviata dall'anonimo staff di Beppe Grillo.

Sul blog di Beppe Grillo appare oggi un post dove si annuncia: "Federico Pizzarotti è sospeso dal MoVimento 5 Stelle" per la vicenda che vede il sindaco di Parma indagato per abuso d'ufficio per via della nomina di Anna Maria Meo a direttore generale del Teatro Regio e di Barbara Minghetti consulente per lo sviluppo e i progetti speciali. Sul post, non firmato da nessuno, si spiega quindi: "La trasparenza è il primo dovere degli amministratori e dei portavoce del MoVimento 5 Stelle. Solo ieri si è avuto notizia a mezzo stampa dell'avviso di garanzia ricevuto, ma il sindaco ne era al corrente da mesi. Nonostante la richiesta, inoltrata da ieri e a più riprese, di avere copia dell'avviso di garanzia e di tutti i documenti connessi alla vicenda per chiudere l'istruttoria avviata in ossequio al principio di trasparenza e già utilizzato in casi simili o analoghi, non è giunto alcun documento. Preso atto della totale mancanza di trasparenza in corso da mesi, nell'impossibilità di una valutazione approfondita ed oggettiva dei documenti e per tutelare il nome e l'onorabilità del MoVimento 5 Stelle si è proceduto alla sospensione".

Pronta la replica di Federico Pizzarotti che pubblica su Facebook l'email ricevuta dallo "staff di Beppe Grillo" nella quale si legge: "Come per tutti gli altri casi che ci hanno interessato siamo qui a chiederti la cortese trasmissione di copia dell'avviso di garanzia ricevuto e di tutti i documenti connessi alla vicenda che ti contesta la procura di Parma. Ti preghiamo di farcelo pervenire entro domani mattina (oggi, ndr) in modo da poter chiudere al più presto l'istruttoria avviata in ossequio ai codici di comportamento del MoVimento 5 Stelle".

A questa email, Federico Pizzarotti quindi risponde: "Gentilissimo anonimo staff, forse vi siete dimenticati che sono un sindaco eletto, e pubblico ufficiale, e ad una email anonima non fornisco nessun documento. Soprattutto per una indagine in corso che coinvolge me, altri membri del Cda, e una fondazione. - ad aggiunge - Innanzitutto citatemi quali sarebbero i regolamenti a cui fate riferimento, in cui vengono espressi tempi, modi e situazioni".
Pizzarotti infine ricorda all'anonimo staff di Beppe Grillo: "Voi da mesi non rispondete alle diverse email su cui chiediamo chiarimenti in merito alla situazione del nostro consiglio comunale, forse dovreste preoccuparvi anche di quello. Per altri approfondimenti fatemi chiamare dal responsabile dei Comuni Luigi Di Maio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: