le notizie che fanno testo, dal 2010

Federico Marchetti, il portiere nato come attaccante

Durante la conferenza stampa Federico Marchetti, che ora prenderà il posto di Buffon in nazionale, si racconta e non sembra temere gli impegni che lo aspettano.

Federico Marchetti, il portiere del Cagliari, ma forse ancora per poco, è diventato un protagonista dei Mondiali di Calcio in Sudafrica. Dopo l'ernia riapparsa a Gigi Buffon che forse lo metterà ko fino alla fine delle competizioni, Federico è diventato il primo portiere della nazionale italiana e, nella conferenza stampa di ieri, ha dimostrato di essere anche un bravo ragazzo, di quelli che si definiscono "con i valori". Federico Marchetti è apparso sicuro di sé e del suo gruppo, non sembra temere gli impegni che lo aspettano e si è soffermato a parlare della sua vita privata, segnata da grandissime sofferenze. Il portiere azzurro, infatti, ha rivelato di essere vivo per miracolo, scampato ad un incidente stradale, e ha visto morire due tra i suoi più cari amici in altri due incidenti. Ma Federico Marchetti è riuscito a superare il dolore grazie alla sua profonda fede: cattolico e praticante, come si è definito, ha tatuata sul braccio l'Ave Maria. Un ragazzo semplice e pieno di valori, Federico, attaccato alla sua terra e in particolare al suo paese Cassola, nei pressi di Bassano del Grappa. E pensare che da bambino giocava come attaccante e solo quando dovette sostituirne un altro che non si era presentato in campo ha capito la sua passione di estremo difensore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: