le notizie che fanno testo, dal 2010

Schwazer positivo a steroidi. Pellegrini: se è vero radiazione a vita

Al Quirinale per ritirare il Tricolore, Federica Pellegrini, portabandiera della Nazionale alle Olimpiadi di Rio 2016, commenta il fatto che il marciatore Alex Schwazer sia stato trovato nuovamente positivo al doping, nello specifico agli anabolizzanti steroidi. La campionessa di nuoto dichiara: "Io in caso di anabolizzanti sono per la radiazione a vita, e molti atleti sono d'accordo con me".

"Vedremo nei prossimi giorni cosa succederà perché la notizia è fresca e non sappiamo ancora se sia vero e quali sostanze siano state trovate. Prima di dare un parere, magari un pochino più pesante, aspettiamo" dichiara Federica Pellegrini, portabandiera della Nazionale alle Olimpiadi di Rio 2016, commentando la nuova positività al doping di Alex Schwazer.

Secondo la Gazzetta dello Sport, infatti, il marciatore sarebbe stato trovato positivo agli anabolizzanti steroidi anche se Schwazer, attraverso il suo avvocato, ha già dichiarato che sono "accuse false e mostruose". La verità di Alex Schwazer si saprà attorno alle ore 18:00, orario in cui ha convocato una conferenza stampa.

Dal Quirinale, dove ha ricevuto il Tricolore dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Federica Pellegrini è cauta: "Vedremo nei prossimi giorni, ma comunque dispiace molto che ci sia ricascato, se si può dire così, di una cosa fatta non volutamente. - sottolineando però - Soprattutto da parte di noi atleti ci sono ovviamente grandi dubbi, però non mi voglio sbilanciare".

Per Filippo Magnini invece "c'è qualcosa di strano" e si domanda: "Perché un'analisi fatta 5 mesi poi fa viene ritestata? Sinceramente non si capisce, spero ancora in qualcosa di strano ma se dovesse essere il contrario. Se fai i test li devi beccare subito, altrimenti se li fai dopo tanto tempo non ha senso, obiettivamente può essere anche che vengano manomessi. Dopo cinque mesi può darsi che certe cose non vengano fatte molto bene".

Sembra infatti che la Iaaf abbia rianalizzato il 12 maggio, dopo la qualificazione per Rio 2016, le provette di sangue e urina prelevate a Schwazer il 1 gennaio. Ad inizio anno il test era risultato negativo mentre a maggio, mirato alla ricerca di anabolizzanti steroidi, è risultato invece positivo. La Pellegrini su questo tipo di doping è chiara: "Io in caso di anabolizzanti sono per la radiazione a vita, e molti atleti sono d'accordo con me".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: