le notizie che fanno testo, dal 2010

Federica Pellegrini "sbotta" a Bonifacenti: "Basta cavolate"

Federica Pellegrini, dopo il podio mancato a Stettino per gli Europei in vasca corta, si sfoga sul suo blog riferendosi soprattutto al suo ex tecnico Federico Bonifacenti che l'avrebbe accusata di volersi allenare troppo spesso con il fidanzato Filippo Magnini. "Odio essere presa in giro" ha detto Federica, mentre Magnini si ritiene "offeso".

Basta dire cavolate". E' categorica Federica Pellegrini di ritorno da Stettino (Polonia) dove gli Europei in vasca corta gli hanno regalato solo un quarto posto. La nuotatrice azzurra è "infuriata" per le parole messe in giro dal suo ex allenatore, Federico Bonifacenti, che l'ha "mollata" dopo soli tre mesi a due settimane dalla competizione continentale. Sembra che secondo Bonifacenti la sua ex allieva si sarebbe presa troppe "libere uscite" con il suo fidanzato Filippo Magnini, con la scusa di andarsi ad allenare a Roma con il tecnico Claudio Rossetto (che nella Capitale allena i velocisti tra cui il pesarese). "Odio essere presa in giro - ha detto Federica tramite il suo blog - perché io sono sempre sincera anche a costo di litigare e discutere". La 23enne di Mirano ci tiene a precisare che al suo ex allenatore aveva chiesto "solo 3 cose" tra cui quella "di aumentare i miei lavori di velocità (intesa come aumento della velocità di base e di resistenza alla velocità).. provando una collaborazione periodica tra Federico (Bonifacienti, ndr) e Claudio Rossetto...". La Pellegrini ha poi sottolineato come "Federico si è subito dimostrato disponibile su questo punto anzi..mi aveva detto che aveva pensato anche lui a questa cosa prima ancora che io gliela chiedessi...". Di qui in avanti parte lo sfogo vero e proprio, che attacca le parole dell'ex tecnico a caratteri cubitali: "Quindi è inutile che adesso si inventi che io volevo a tutti i costi scendere sempre più spesso a Roma perché le uniche 2 settimane che ho passato qui con Claudio sa settembre a qualche giorno fa sono state appunto programmate da Federico e Claudio in persona a fine settembre...". Per concludere Federica Pellegrini ha voluto sottolineare come "per una volta nella mia vita non mi sento di prendermi la responsabilità di questi 4 minuti agli Europei" che qualche giorno fa le hanno fatto perdere il podio nella gara dei 200 stile libero degli Europei di nuoto in vasca corta a Stettino, in Polonia. Lo stesso Filippo Magnini, compagno di Federica, ha voluto dire la sua riguardo l'argomento che, in ogni caso, lo tocca da vicino. In un'intervista rilasciata a Sky Sport, il nuotatore pesarese racconta come sia "offensivo" sia per lui che per Federica il fatto che Bonifacenti possa solo pensare che un'atleta, nell'anno olimpico, "possa decidere di allenarsi col fidanzato e non nelle migliori condizioni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: