le notizie che fanno testo, dal 2010

Federica Mangiapelo: mistero su come è arrivata al lago di Bracciano

Federica Mangiapelo, la 16enne trovata morta sulle rive del lago di Bracciano, è morta per "cause naturali", ma perché? E soprattutto, come è arrivata la ragazza da Anguillara Sabazia a Vigna di Valle?

Federica Mangiapelo, la ragazza di 16 anni di Anguillara Sabazia trovata morta sulle rive del lago di Bracciano a Vigna di Valle la mattina del 1 novembre, è morta per "cause naturali", come stabilisce l'autopsia, anche se il medico legale attende i risultati degli esami tossicologici prima di chiudere definitivamente il referto. Ma se è vero che Federica Mangiapelo non è morta annegata, e non presenta segni di violenza sul corpo, è anche vero che queste "cause naturali" probabilmente saranno riconducibili a qualcosa successo sulle rive del lago di Bracciano, o forse anche in un altro luogo. Lo zio di Federica Mangiapelo invita i cronisti che stanno seguendo il caso a cercare non nella vita di quella ragazzina morta la notte di Halloween ma "da un'altra parte". Lo zio ribadisce che Federica Mangiapelo "non beveva e non si drogava", a differenza di quanto avrebbero raccontato alcuni amici della giovane che hanno trascorso con lei la sera di Halloween, e che non aveva né problemi di epilessia perché "aveva avuto il piccolo male da bambina, una forma lievissima, ed era completamente guarita" e né problemi neurologici. Lo zio di Federica Mangiapelo, giornalista, sembra lasciar intendere ai colleghi che "la parte" giusta dove andare a cercare la verità è nella direzione del fidanzato e degli amici. Marco Di Muro, il fidanzato 23enne di Federica Mangiapelo, cameriere di Formello, sembra essere il primo sospettato, ma finora pare aver fornito un alibi. Dopo un interrogatorio di più di dieci ore, Marco di Muro racconta di essere andato a prendere la sera del 31 ottobre Federica Mangiapelo a casa, di essere andato con lei ad altri amici in un locale, e di averla lasciata ad Anguillara Sabazia verso l'una e mezza di notte, poiché avevano litigato.

Da quel momento in poi, Marco Di Muro sarebbe stato con un amico, che conferma il racconto del ragazzo. Inoltre, alle 4 del mattino Marco Di Muro ha spedito su Facebook un messaggio diretto al profilo di Federica Mangiapelo, dove scriveva: "Abbiamo litigato ma ti voglio sempre bene". E proprio alle 4 del mattino del 1 novembre risale l'ora del decesso di Federica Mangiapelo, secondo l'autopsia. L'alibi di Marco Di Muro sembra quindi essere rafforzato, anche se non è chiaro se questo messaggio sia stato spedito su Facebook dal computer di casa del ragazzo o magari da un cellulare. E proprio il cellulare di Federica Mangiapelo, e secondo indiscrezioni anche quello di Marco Di Muro, sarebbe scomparso, anche se ilgiornale.it spiega che è "da sempre in mano agli inquirenti". Se invece non si trovasse, forse potrebbe essere caduto nel lago di Bracciano, insieme alla borsa e al giubbotto, visto che neanche questi due indumenti della ragazza sarebbero stati ritrovati, tanto che i sommozzotori dei carabinieri stanno cercando questi oggetti in fondo alle acque ferme del lago. Inoltre, gli accertamenti scientifici saranno estesi sui vestiti che Federica indossava quella sera e pare anche all'interno dell'auto del fidanzato Marco Di Muro, alla ricerca di eventuali tracce, anche di DNA. Naturalmente, la scientifica ha già richiesto l'esame dei tabulati. Per il momento gli inquirenti non escludono ancora nessuna pista di indagine, perché il nodo principale da sciogliere è come Federica Mangiapelo sia arrivata a Vigna di Valle, su quella riva del lago di Bracciano.

Le tracce di Federica Mangiapelo sembrano perdersi proprio intorno all'una e mezza di notte. Il fidanzato, secondo il suo racconto, l'ha lasciata ad Anguillara ma da allora nessuno l'avrebbe più vista, nemmeno quegli amici che hanno trascorso con lei la serata. Il fidanzato l'ha lasciata da sola in mezzo ad una strada di Anguillara Sabazia, forse a causa del litigio? Oppure Federica Mangiapelo si è fatta lasciare in un luogo dove c'erano altri suoi conoscenti? Quel che si chiedono in molti, anche a leggere i commenti sotto i vari articoli che parlano del caso, è infatti perché il ragazzo non abbia riportato a casa Federica Mangiapelo. Pare che Marco di Muro abbia riferito di aver lasciato Federica Mangiapelo a circa 400 metri dall'unico locale di Anguillara dove quella notte si teneva una festa di Halloween, e cioè l'Antico Chiosco. Ma sembra che nessuno in paese l'abbia incontrata anche se lo zio della vittima riflette: "Penso che una bambina di 16 anni non viene qui (sulle rive del lago di Bracciano, ndr) da sola in ore notturne e sotto un temporale, quindi, ritengo, sia verosimile che qualcuno ce l'abbia portata". Anche perché, da Anguillara, Vigna di Valle dista circa 5-6 chilometri.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: