le notizie che fanno testo, dal 2010

Trenitalia: "inaccettabile scaricare su Regioni costi abbonamenti Alta Velocità"

Federconsumatori contro l'idea di far pagare alle Regioni gli aumenti degli abbonamenti Alta Velocità di Trenitalia.

"Leggere sui giornali che la soluzione per l'incremento abnorme degli abbonamenti dell'alta velocità si può risolvere con l'intervento delle Regioni in termini di bonus per i pendolari ci lascia 'basiti'. Chi ricopre ruoli istituzionali, specialmente un ministro del governo italiano, non può pensare che l'intervento risolutivo per calmierare gli aumenti spetti alle Regioni" si illustra in un comunicato da Federconsumatori.

La federazione dei consumatori sottolinea inoltre: "Già in Italia la differenza tra Nord e Sud in termini di servizi è intollerabile, con una mobilità su rotaia vede il Sud pesantemente disagiato e dimenticato. Questa machiavellica soluzione vedrebbe di nuovo le Regioni più ricche tamponare i disservizi e la mancanza di intervento del Governo Nazionale, a discapito delle Regioni più povere. Inoltre questa soluzione porterebbe a una sorta di guerra tra pendolari e pendolari, creando forti discriminazioni tra i vari soggetti che utilizzano i treni. Sarebbe stato più logico e sensato che da parte del Ministro Delrio ci fosse stata una presa di posizione forte, degna di chi veramente vuole governare e risolvere le problematiche. Ci saremmo aspettati che, per contenere il grave contesto di rabbia e di scontento da parte dei pendolari dell'Alta velocità, il Ministro bloccasse gli aumenti e aprisse un tavolo di confronto tra i vari soggetti interessati alla problematica degli aumenti, in particolare il Comitato Nazionale Alta Velocità e la Federconsumatori."

"Chiediamo al ministro Graziano Delrio la sua disponibilità ad un confronto su tali tematiche nell'ambito di una iniziativa nazionale che la Federconsumatori e il comitato pendolari Alta Velocità hanno programmato per il 31 gennaio a Roma, alle ore 11:00, presso la Federazione Nazionale della Stampa, Corso Vittorio Emanuele II, 349, Sala al I piano. All'iniziativa hanno già confermato la propria presenza parlamentari e rappresentanti delle Istituzioni sensibili a tale questione e realmente intenzionati a trovare soluzioni condivise ed attente ai diritti dei passeggeri" dice l'associazione.

© riproduzione riservata | online: | update: 21/01/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Trenitalia: "inaccettabile scaricare su Regioni costi abbonamenti Alta Velocità"
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI