le notizie che fanno testo, dal 2010

Impennata vendite al dettaglio poco convincente, dice Federconsumatori

"Come è già capitato altre volte in passato, riteniamo che i dati odierni relativi al commercio al dettaglio siano poco convincenti", informa in una nota Federconsumatori.

"Come è già capitato altre volte in passato, riteniamo che i dati odierni relativi al commercio al dettaglio siano poco convincenti. L'Istat parla di un incremento delle vendite del +2,7% ma la nostra esperienza quotidiana, i nostri dati e le segnalazioni che riceviamo dai cittadini ci restituiscono una fotografia molto meno confortante" riferisce in un comunicato Federconsumatori.
Dalla federazione dei consumatori evidenziano quindi: "La crisi economica è ancora drammaticamente presente nella vita dei cittadini, la cui quotidianità continua ad essere fatta di rinunce: basti pensare che dal 2008 ad oggi persino settori vitali come quelli dell'alimentazione e della salute hanno subito flessioni allarmanti, rispettivamente del -11% e del -28,8%."
«La redistribuzione dei redditi e la creazione di nuove opportunità di lavoro sono fattori chiave per sostenere e rilanciare la domanda interna. In questo senso, purtroppo, non sono ancora stati messi in atto i provvedimenti incisivi su occupazione, ricerca, sviluppo, tecnologico e valorizzazione del nostro patrimonio culturale che invochiamo da tempo» dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/04/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Impennata vendite al dettaglio poco convincente, dice Federconsumatori
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI