le notizie che fanno testo, dal 2010

Zuckerberg si riprende Facebook. Fuori gioco i gemellini Winklevoss

Zuckerberg si riprende Facebook, o quantomeno riprende fiato. In sostanza i gemellini Winklevoss hanno visto respingere il ricorso che avevano proposto al giudice per annullare il vecchio accordo firmato con Mark nel 2008.

Milioni di utenti che ormai identificano parte della loro realtà con Facebook non stanno più nella pelle dalla gioia. Mark Zuckerberg ha infatti salvato il suo impero dall'attacco legale dei famosi gemellini Winklevoss. I gemellini Winklevoss sono, come è noto, sono ex compagni di università di Zuckerberg e avrebbero avuto un ruolo determinate nella nascita del social network, visto che l'idea di Facebook sarebbe stata loro. Nel 2008 ci fu però un accordo tra Zuckerberg e i Winklevoss per cui, in cambio di 20 milioni di dollari "cash" e ben 45 milioni di dollari in azioni di Facebook i due gemelli non avrebbero avuto, come si dice, "più nulla a pretendere". Ma il successo mondiale del social network e la sua crescente valutazione avevano fatto probabilmente sembrare bruscolini le cifre pattuite ai gemellini tanto da tentare un ricorso sostenendo di essere stati ingannati sulla valutazione. I Giudice Alex Kozinski ha però respinto il ricorso sostenendo che "A un certo punto il contenzioso deve terminare". E sembra finito. Non si sa però se ci saranno altri strascichi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Facebook# Mark Zuckerberg# pelle# social network