le notizie che fanno testo, dal 2010

USA controllerà Facebook e Twitter per rilasciare il visto. E chi non ha un account?

Il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti prevede di controllare i massaggi postati su Facebook e Twitter prima di rilasciare il visto d'ingresso. Non avere un profilo Facebook e Twitter sarà in futuro motivo di sospetto?

Se avete in mente di mettervi in viaggio verso gli Stati Uniti ma in passato (non necessariamente recente) aveve osato postare su Facebook e Twitter commenti, foto o articoli non in linea con l'amministrazione Obama allora sarebbe meglio cambiare destinazione. Il rischio, infatti, è che non vi sia concesso il visto per entrare negli States. Il The Wall Street Journal rivela infatti che il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale statunitense sta lavorando ad un piano per controllare i messaggi postati sui social media come parte integrante del processo di richiesta del visto. Ovviamente, tale misura viene giustificata come necessaria dopo quanto accaduto a San Bernardino. In realtà, il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale controlla già i profili delle persone che chiedono di entrare negli Stati Uniti, anche se non esiste al riguardo un protocollo rigido. Non è ancora chiaro se questo piano sarà previsto anche per i viaggiatori provenienti dai quei Paesi, come l'Italia, che rientrano nel programma Visa Waiver Program, il quale permette di viaggiare negli Stati Uniti per un periodo di 90 giorni senza un visto. La procedura semplificata però prevede (obbligatoriamente dall'aprile 2016) il possesso di un passaporto con microchip elettronico, che conterrà i dati biometrici del cittadino che vuole visitare gli Stati Uniti. Finora non essere presente nella banca dati dell'Interpol significava accesso sicuro negli States. Come si comporterà invece il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale se il viaggiatore sarà invece assente nella banca dati di Facebook e Twitter? Non avere un profilo Facebook e Twitter sarà in futuro motivo di sospetto?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: