le notizie che fanno testo, dal 2010

Facebook: italiani tutti dentro. In 19 mln sul "social" di Zuckerberg

Facebook si rivela l'"internet" degli italiani, essendo la meta di ben 19 milioni di "utenti attivi" ogni mese. Un successo strepitoso che bissa, in un certo qual modo, l'attaccamento che il nostro Paese ha per i telefoni cellulari. E forse per l'"agorà solipsistica".

"Toglietemi tutto ma non il mio Facebook", potrebbe parafrasare qualcuno la celebre pubblicità di qualche tempo fa. Facebook è ormai un "plug-in" della vita italiana che diventa, progressivamente, per alcuni osservatori, sempre più "social" e sempre meno "sociale". Niente piazze di "Indignados" italiani, niente Italian Revolution, ma grande partecipazione nell'"agorà solipsistica" (per citare Ernest Kattens) dei "social network", anzi, del "social network" per antonomasia: Facebook. Gli italiani non credono certo a Julian Assange di Wikileaks che accusa il "sistema" inventato da Mark Zuckerberg di essere "la più spaventosa macchina di spionaggio che sia stata mai inventata". E se Julian Assange in una recente intervista avvisa che Facebook è "il più completo database al mondo sulle persone, le loro relazioni, i loro nomi, indirizzi, posizione geografica, le comunicazioni scambiate tra gli uni e gli altri, i loro parenti, tutto conservato negli Stati Uniti e accessibile dall'intelligence statunitense", l'italiano, che proverbialmente "non ha nulla da nascondere", non sente più nemmero antiche "pruderie" legate alla privacy (che una volta si chiamava, in italiano, "intimità"). Con Facebook l'Italia è cambiata, e molti osservatori sottolineano che solamente quando l'oceano "social" raggiungerà una "maturità sociale" se ne potrà parlare "apertamente". Con Facebook infatti molti hanno notato come non si usino più (o si usino molto molto di meno) le e-mail e tutto passi nel Bel Paese nel "social network" del fascinoso Zuckerberg, quasi come se internet fosse Facebook. Ma se prima d'ora queste considerazioni potevano essere solamente una "sensazione" da "analisti di scenario", ora sono i dati che parlare chiaro. Dati ufficiali di Facebook, naturalmente. Proprio Luca Colombo, country manager Italia di Facebook, snocciola i dati del successo italiano: 19 milioni di utenti italiani sarebbero attivi ogni mese, e ben 5 milioni sarebbero "mobili" e quindi userebbero Facebook dal cellulare, gli uomini su Facebook sarebbero la maggioranza (il 54%, le donne il 46%). Luca Colombo sottolinea poi ciò che "gli analisti" immaginavano già da tempo: "Facebook non è solo una cosa per ragazzini", sottolineando che il 35% degli utenti di Facebook avrebbe più di 35 anni. Un dato da meditare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: