le notizie che fanno testo, dal 2010

Facebook debutta in Borsa: successo economico o bolla speculativa?

Mark Zuckerberg suona la campanella, e dà il via alle contrattazioni di Wall Street che vedrà il debutto in Borsa di Facebook. Sarà un successo economico, oppure scoppierà come una bolla (speculativa)?

Mark Zuckerberg suona la campanella e la vera avventura di Facebook ha inizio, quella che decreterà se il social network più amato al mondo sarà un successo economico, oppure scoppierà come una bolla (speculativa).
Zuckerberg da Palo Alto, in California, suona in collegamento video la campanella che dà il via alle contrattazioni della seduta di Wall Street che vedrà il debutto in Borsa di Facebook. Il prezzo per azione è stato fissato a 38 dollari, raccogliendo in IPO ben 18,4 miliardi di dollari, tanto da fare di Facebook il maggior collocamento borsistico del settore internet nella storia degli Stati Uniti, se si pensa che Google nel 2004 non raggiunse nemmeno i 2 miliardi di dollari.
Il titolo Facebook inizierà a essere scambiato sui circuiti del Nasdaq alle 17 ora italiana (le 11 negli Stati Uniti), e in questa prima giornata di contrattazioni si prevede un rialzo almeno fino al 20%. Oggi molti azionisti di Facebook, che hanno investito in questi anni nell'azienda di Menlo Park, è probabile che diverranno più che milionari, almeno sulla carta (e moneta). Il problema sarà il prossimo futuro, quando Facebook dovrà dimostrare di avere le reali capacità di generare stabilmente profitti, e probabilmente non gli basterà comperare a cifre esorbitanti applicazioni di dubbio valore sul lungo periodo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: