le notizie che fanno testo, dal 2010

Facebook: crisi matrimoni. Reverendo boicotta Zuckerberg

"La tentazione è troppo grande" dice il reverendo Miller e come nel celebre telefilm "Settimo cielo" (Seven Even, 7th Heaven) ha la ricetta per salvare le coppie dai tradimenti: eliminare la causa. Senza curare l'anima.

Una notizia curiosa, sicuramente specchio dei tempi, è stata lanciata dall'Associated Press (http://tinyurl.com/2uzr2kq) e parla con dovizia di particolari dell'iniziativa del reverendo Cedric Miller di una cittadina chiamata Neptune nel New Jersey (Stati Uniti d'America) che consiste nel boicottaggio di Facebook da parte dei fedeli della sua congregazione, la "Living Word Christian Fellowship" (http://www.livingwordchurch.net).
Il reverendo mette infatti in guardia i suoi fedeli dal sito di Mark Elliott Zuckerberg in quanto 20 coppie del suo gregge (su circa 1100 seguaci) stanno avendo problemi matrimoniali perché iscritte a Facebook ed esposte alle tentazioni di ex amanti e amici che poi portano ad incontri reali.
La soluzione per il reverendo non è guardare dentro se stessi e trovare la sincerità nell'amore e nel rispetto del proprio amato, ma cancellarsi da Facebook. Una vecchia ricetta, quella dell'eliminazione della causa della tentazione, che di certo non cancellerà mai la tentazione stessa, essendo questa un motivo e non una causa.
Ma il reverendo Cedric Miller non ha dubbi e con sua moglie predica la cancellazione dal sito di Zuckerberg perché: "The temptation is just too great".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# amore# Facebook# Stati Uniti