le notizie che fanno testo, dal 2010

Facebook blackout, quando l'amicizia va in tilt

Facebook si ingrippa per 2 ore e lascia senza amicizia molti cittadini del mondo che si sono sentiti svuotati del valore più grande. Si sono sprecate le battute riportate dail blog americani. Sistemisti nel panico a causa di un update.

Facebook non c'è è andato via, verso le dieci di sera di ieri, in Italia. Facebook si è fermato e tutti gli amici del mondo hanno potuto sperimentare quanto sia triste la vita senza amicizia.
La vita, anche su internet, è nulla se non è piena di pulsanti che richiamano valori, e ieri sera gli utenti dei social network se ne sono accorti.
La più grande piattaforma di social network si è bloccata infatti per circa 2 ore e mezza rallentando la connessione al sistema in tutto il mondo e addirittura rendendo Facebook completamente irraggiungibile.
Il fatto ha generato panico, paranoia e molta ironia da parte degli utenti e i blog statunitensi, come l'Huffington Post, si sono divertiti a raccogliere i commenti via Tweet sulle cause del blackout e sull' "effetto che fa" una sera senza Facebook.
Si va dal comprensibilissimo "Facebook is down. I like this" alla spiegazione ironica del tilt a causa di un popolare videogioco social: "Ultim'ora, Facebook è irraggiungibile a causa di un'esplosione del deposito di concime di Farmville. Cinque milioni di persone sono costrette a lavorare".
Dicevamo che la vita, anche su internet, è nulla se non è piena di pulsanti che richiamano valori, e deve saperlo bene anche Robert Johnson, ingegnere di Facebook che ha cercato di spiegare il perché del blackout. Ebbene c'entrano proprio i "valori", ma di stringhe, variabili e costanti, tipici della programmazione, coinvolti in un nuovo software di "riparazione degli errori" che ha creato l'ingrippamento della piattaforma.
E così, l'operazione di update a "cuore aperto" (cioé sui server pubblici), sconsigliatissima dai sistemisti di tutto il mondo ha creato il blackout più lungo di Facebook negli ultimi quattro anni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: