le notizie che fanno testo, dal 2010

Facebook, arriva "Send": il "Mi Piace" per molti ma non per tutti

Il "Mi piace" sarà affiancato da un tasto (Send, Invia) che ha sostanzialmente la stessa funzione ma introduce un concetto quasi di privacy (ma alla Zuckerberg). Un "Mi piace" selezionato solo per gli "amici" che ci interessano. Gli altri non verranno mai a scoprirlo. Tranne Facebook, ovviamente.

Facebook e il tasto "Mi piace" sono un binomio vincente. Il tasto "Mi piace" permette all'utente di dire a tutti i suoi "amici" (indiscriminatamente) ciò che lo soddisfa e a Facebook di capire i gusti e le inclinazioni di chi schiaccia quel tasto di "gradimento". Profilare i "gusti" e i comportamenti degli utenti è sempre stato un problema informatico di estrema difficoltà (e costo) per gli analisti, mentre il merito di Zuckerberg è stato senz'altro quello di chiederglielo "sfacciatamente". Ovviamente il gioco è stato quello di confondere il "gradimento" personale con la "condivisione" di un dato, cosa che non è nella vita reale sempre accettabile, mentre in quella virtuale (ancora "immatura" dal punto di vista "evolutivo" e di consapevolezza digitale) questa novità è stata accolta con entusiasmo. Tanto che le statistiche dicono che nella comunità di Facebook, formata da circa 500 milioni di persone nel mondo, il tasto "Mi piace" viene cliccato circa un miliardo di volte al giorno. Il tasto "Mi piace", croce e delizia degli utenti di Facebook, compie in questi giorni un anno dalla sua introduzione. Anche se sembra un secolo. E se Facebook in questo modo semplice e "passivo", raccoglie e costruisce delle "schede personali" da rivendere alle aziende per la pubblicità, è anche vero che i tempi erano ormai maturi per rendere il "Mi piace" meno "rozzo". Anche per assecondare la "consapevolezza di sé" (digitale) che sta crescendo negli utenti dei social nework. Non sempre infatti, dopo un anno di sperimentazione sulla propria pelle, è sempre "bello" far sapere a tutti che una certa cosa "Mi piace". Tra gli "amici", su Facebook, oggi convivono magari moglie, figli, superiori, amanti, e non è sempre possibile segnalare un "mi piace" a tutti. Qualcuno potrebbe pensare male e cambiare l'idea che ha (o che si è fatto) di noi. Ecco quindi la soluzione. Arriva un nuovo tasto sul social network di Mark Zuckerberg che si chiama "Send" (Invia). Il Pulsante "Invia" non è la riedizione di "invia via e-mail" ma un vero e proprio "Mi piace" più raffinato che permette all'utente di condividere il suo "gradimento" (di un articolo, di un prodotto, ecc) solamente con gli "amici" che ritiene di coinvolgere. Basterà schiacciare "Invia" che si aprirà una maschera dove potranno essere selezionati i propri contatti. Insomma un nuovo strumento che minaccerà a lungo andare il pulsante "Mi piace", che incomincerà a diventare troppo "generalista". Non a caso la strategia di Facebook è quella di costruire sempre di più delle piccole tribù "social" che possano essere sempre più "univoche" nelle scelte e nei gusti. Tra poco il tasto "Invia" sarà presente ovunque nel mondo, insieme al "Mi piace" che, per ora, non sparirà.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: