le notizie che fanno testo, dal 2010

Facebook, ancora guai in Borsa: Morgan Stanley "rimborsa" azionisti

Dopo la notizia della class action contro Facebook, la notizia che Morgan Stanley avrebbe dato disposizione di rimborsare gli investitori che hanno pagato le azioni del social network più di 43 dollari.

Continuano le vicissitudini in Borsa di Facebook, il cui debutto nei mercati gli costa già una causa collettiva promossa da gruppo di azionisti, che accusano la società, Mark Zuckerberg e Morgan Stanley (che ha seguito il collocamento) di aver avvertito solo alcuni investitori del fatto che gli analisti avevano ridotto "in modo significativo" le stime di crescita del social network prima dell'IPO miliardaria.
La stampa americana riporta invece che Morgan Stanley avrebbe reso noto che nessun investitore che ha puntato su Facebook pagherà più di 43 dollari per azione. Nel primo giorno di contrattazione, infatti, la quotazione di Facebook salì fino a 45 dollari per poi scendere nuovamente a 38 dollari, come il prezzo inziale. Gli azionisti che hanno quindi investito su Facebook durante quel lasso di tempo sembra, quindi, che verranno rimborsati, tanto che Morgan Stanley avrebbe già dato disposizione ai broker sulle disposizioni da seguire.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: