le notizie che fanno testo, dal 2010

Facebook Luoghi: lo attivi e sei un puntino in una mappa

Facebook Luoghi è Facebook Places versione italiota che sta per trasformare il popolo 2.0 in simpatici puntini in una mappa dove gli amici potranno sempre sapere dove sei, ma anche i nemici e il lupo cattivo.

Dopo Facebook Places, servizio di geolocalizzazione del social network del fascinoso Mark Zuckerberg, ecco arrivare la versione "local" del nuovo servizio di Facebook anche nel paese dei tarallucci e vino: ecco "Facebook Luoghi".
Il nuovo servizio è esattamente la copia di Facebook Places statunitense di cui vi avevamo parlato diffusamente al suo lancio (vi ricordate l'algido video?).
Ebbene con Facebook Luoghi il provetto utente italiano del social network potrà tramite il suo smartphone (o iPad, iPod, iPod Touch con la Facebook app ufficiale) segnalarsi al mondo come una puntina in una mappa.
Con Facebook Luoghi il signor Marius Red (Mario Rossi 2.0, versione tamarro glamour) potrà far sapere ogni suo spostamento al mondo del social, compreso ogni suo ingresso in locali, case, discariche, bordelli, paparazzi, pasticcerie, set cinematografici, fabbriche di ravioli alla ricotta, angoli dove compra la roba dal pusher (anche lui si è geolocalizzato per essere trovato alla bisogna).
Facebook Luoghi è un ottimo servizio da attivare per essere seguiti da genitori, serial killer, polizia politica, paparazzi, amanti gelosi e dai server spia che canticchiano "We R in Control" di Neil Young, molto più velocemente ed efficacemente.
Ovvia l' opportunità commerciale intrinseca, con le aziende che stanno aderendo per offrirvi coupon, sconti e assaggini gratuiti appena siete con il vostro iCoso nei dintorni.
Magari siete già cliente ed il solito tristo panificio saprà via Facebook Luoghi che gli avete messo le corna con il concorrente "Pan e Bell Croccant" e la prossima volta vi farà trovare uno sfilatino impastato con lo sputo tutto per voi.
Fabebook "Places" Luoghi è il futuro dell'uomo globish, del semianalfabeta arrogante Marius Red, che tra sushi e profumi chimici vaga per la città invasa da "monnezza" e polveri sottili con in mano il suo smartphone, come se fosse un metal detector di esseri umani o una calamita da rimorchio.
Facebook Luoghi sembra avere come sempre dei piccoli problemi di privacy a cui gli ingegneri (sociali?) stanno mettendo mano, ma per l'utente medio questo diritto volutamente espresso in inglese non ha alcun significato.
D'altronde che problema c'è "se non si fa niente di male" a mettersi un guinzaglio elettronico?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: